Francoforte dice addio ai Diesel dal 2019

Dal 2019 anche Francoforte sul Meno dirà addio alle auto Diesel più vecchie. L’obiettivo è migliorare la qualità dell’aria.

Francoforte dice addio ai Diesel dal 2019

Continua la battaglia alle auto Diesel anche in Germania, questa volta da parte delle amministrazioni locali dei comuni che come le grandi città hanno via libera per imporre le proprie politiche di restrizione alla circolazione.

Il tribunale amministrativo di Wiesbaden ha stabilito che le vecchi auto Diesel non potranno circolare a Francoforte a partire dal 2019. Quindi anche la città tedesca si unisce al coro di provvedimenti che riguarda Berlino, Londra, ma anche Milano e Roma.

L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dell’aria e quindi della vita, tema caro alle comunità cittadine e balzato agli occhi delle istituzioni dopo i gravi scandali che hanno coinvolto la motorizzazione a gasolio nati proprio in Germania.

Francoforte, addio al Diesel dal 2019

Da tempo l’organizzazione ambientalista Umwelthilfe aveva fatto ricorso contro il superamento ripetuto dei limiti di ossido di azoto nell’aria della città, e ora è arrivato l’annuncio dello stop ufficiale alle auto più inquinanti.

Dal febbraio 2019, le prime auto Diesel a rimanere ferme saranno le euro 4, seguite dalle euro 5 che invece non potranno circolare da settembre 2019. Si avvicinerà così la scadenza anche per le più recenti auto a gasolio, e già entro la fine del 2019 si riscontreranno grandi miglioramenti sulla qualità dell’aria.

L’allarme inquinamento nelle grandi città o in quelle più trafficate sta portando anche le amministrazioni italiane a premunirsi: è il caso di Milano con l’area B e di Roma con l’ecopass.

Germania contro il Diesel

Dopo essere stata la culla dell’ascesa del Diesel, la Germania ora si disferà del motore che ha reso grande la sua industria.

Francoforte è la prima città dell’Assia a mettere in atto il blocco, sicuramente accendendo la miccia anche ad altre città tedesche. Il Governo tedesco, inoltre, è disposto ad istituire un fondo per la correzione retroattiva dei device montati in modo irregolare sui motori Diesel, specialmente perché degli incentivi stanziati per l’elettrico e in scadenza il prossimo anno, ne è stata utilizzata solo una parte modesta.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Diesel

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.