Per la Francia l’Italia deve utilizzare il MES come “polizza sulla vita”

Riccardo Lozzi

26 Novembre 2020 - 13:08

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il ministro dell’Economia francese Le Maire invita l’Italia a utilizzare il MES per evitare shock futuri. Continua la discussione nella maggioranza sul Fondo salva-Stati.

Per la Francia l'Italia deve utilizzare il MES come “polizza sulla vita”

Anche la Francia interviene sul dibattito del Governo, invitando l’Italia ad attivare il MES e utilizzarlo come “polizza sulla vita”.

A dichiararlo è stato il ministro francese delle Finanze Bruno Le Maire in visita ufficiale a Roma per discutere con l’omologo Roberto Gualtieri di alcune questioni cruciali per l’Unione Europea.

MES, il consiglio della Francia all’Italia

Oltre al Fondo salva-Stati, è in agenda nel colloquio tra i due ministri anche uno scambio di pareri sul Recovery Fund, sulla proposta di eliminare il debito del coronavirus e l’istituzione di una Digital Tax a livello comunitario.

Le Maire ha ribadito l’importanza delle relazioni tra le due nazioni, affermando come l’Italia sia lo Stato più simile alla Francia dal punto di vista culturale.

Nelle sue dichiarazioni pubbliche, il titolare dell’Economia nel Governo di Macron dal 2017 ha quindi sostenuto come sia essenziale che il nostro Paese adotti il MES in maniera definitiva, così da migliorare la situazione economica e sanitaria interna, permettendo inoltre a tutta l’Unione di evitare futuri shock.

Garantire i risparmi dei cittadini europei

Il Meccanismo Europeo di Stabilità, garantisce Le Maire, non mette più in difficoltà gli Stati membri come in passato ma, al contrario, ha l’obiettivo di tutelare il settore bancario e, di conseguenza, i risparmi dei cittadini europei.

Il ministro, però, continua dicendo come la decisione debba essere presa in maniera indipendente dall’esecutivo italiano, essendo l’Italia una nazione sovrana e libera di adottare le misure che ritiene più necessarie per la propria economia.

Inoltre, Le Maire si dice rammaricato del ritardo per l’attivazione del Recovery Fund, dovuto ai veti di Polonia e Ungheria sulla possibilità di accedere a queste risorse solo rispettando lo Stato di diritto, spiegando come il rischio sia quello di perdere terreno nei confronti di Stati Uniti e Cina sulla ripresa.

Sul MES è scontro nel Governo

Al momento sul MES si registra uno scontro all’interno della maggioranza giallorossa, con Italia Viva, Liberi e Uguali e PD favorevoli a utilizzare i finanziamenti europei, mentre il Movimento 5 Stelle continua a essere fermamente contrario.

Non solo i partiti, anche all’interno dell’esecutivo si è assistito a un botta e risposta tra il premier Conte e il ministro della Salute Speranza, con il primo che ha ribadito come le risorse al momento siano sufficienti per far fronte all’emergenza da coronavirus.

A rimandare al mittente nettamente il consiglio del ministro di Macron ci ha pensato Matteo Salvini. Il leader della Lega, ospite a Omnibus, ha risposto invitando i francesi a non intromettersi nelle questioni italiane e ad occuparsi della situazione attuale in Francia.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories