Forex, USD/MXN si impenna: il peso messicano vittima del petrolio

L’aumento del tasso d’interesse non basta, il peso messicano ai minimi storici. Ecco perché crolla la valuta dell’undicesima economia del mondo

Il cambio dollaro-peso messicano (USD/MXN) continua senza freni la sua impennata e per comprare un dollaro sono necessari oggi 18,65 pesos. La valuta del Messico ha perso negli ultimi 14 mesi circa il 40% del suo valore e nel 2016 il crollo è superiore all’8%.

Nonostante importanti trattati commerciali internazionali, l’export messicano non riesce a frenare la svalutazione del peso, ecco perché.

USD/MXN, gli effetti del petrolio

Rublo, dollaro canadese e corona norvegese non sono le sole vittime del crollo del prezzo del petrolio. Anche il peso messicano ne è stato travolto a causa della correlazione diretta che lo lega in maniera molto stretta alla commodity.

La produzione e la distribuzione del petrolio, infatti, sono segmenti economici fondamentali per il Paese dell’America centrale e la monopolista Pemex, o Petróleos Mexicanos, è la decima compagnia petrolifera più grande del mondo.

E’ impressionante come il deprezzamento del 60% del barile negli ultimi 14 mesi abbia influito così tanto sull’economia del Messico, tanto da far perdere alla sua valuta il 40% del valore. Come non bastasse, occorre considerare che l’export di greggio verso gli Stati Uniti sta soffrendo la competizione dello shale oil.

Messico, deficit pubblico record nel 2015

Lo scorso anno ha segnato un deficit record per il Paese centramericano, tanto che il Governo è dovuto ricorrere ad una riforma fiscale per aumentare la base imponibile. Neanche il grande surplus commerciale messicano dovuto all’esportazione del petrolio è stato sufficiente a sanare le finanze delle amministrazioni pubbliche.

USD/MXN, l’aumento del tasso d’interesse non è bastato

Di segnali tecnici d’inversione non c’è neanche l’ombra, l’andamento del cambio dollaro USA-peso messicano degli ultimi mesi è a senso unico e mostra al massimo lievi correzioni: finché non avverrà un rimbalzo considerevole sul prezzo del petrolio, è credibile che il trend per il cambio USD/MXN continuerà ad essere positivo.

Un giorno dopo l’aumento del tasso d’interesse da parte della Federal Reserve, il Banco de Mexico ha adottato la stessa misura incrementando il tasso di un quarto di punto percentuale e portandolo così al 3,25%. Dal punto di vista del forex, la decisione della banca centrale messicana sembra non aver avuto grandi effetti.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.