Fintech e sostenibilità guidano il futuro del mondo bancario

Come sfruttare l’innovazione tecnologica e i nuovi modelli di business per la creazione di un settore finanziario che includa valori come sostenibilità sociale e ambientale? Ne ha discusso UBI Banca a Milano con l’evento ’Finanza sostenibile e fintech: progresso e innovazione’.

Fintech e sostenibilità guidano il futuro del mondo bancario

Sostenibilità e innovazione sono i pilastri su cui si fonda la crescita. È in atto un rapido processo di trasformazione in cui le imprese e le banche rivedono modelli di business e processi organizzativi per orientarli verso uno sviluppo sostenibile, nella sua accezione più ampia di creazione nel tempo di valore economico coniugato con valore sociale e riduzione dei rischi ambientali”. A parlare è Rossella Leidi, Chief Wealth & Welfare Officer e Vicedirettore Generale di UBI Banca a margine dell’evento “Finanza sostenibile e fintech: progresso e innovazione” tenutosi questa mattina a Milano.

Il gruppo bancario, che in Italia è uno dei più attenti e attivi in ambito sostenibilità ambientale, sviluppo sociale ed economico del territorio e iniziative di welfare, si è interessato di comprendere meglio come la finanza digitale può accelerare l’“inverdimento” dei flussi finanziari. All’evento, organizzato in collaborazione con Fintastico, hanno partecipato alcuni dei principali player del mondo finanziario, dell’industria e dell’università per discutere del ruolo che la tecnofinanza sta assumendo all’interno dei processi legati alla crescita sostenibile e responsabile.

Si è trattato di un’importante occasione di confronto e riflessione sugli scenari aperti dall’impact investing e dai regolatori finanziari, e sulle azioni che le aziende dovrebbero intraprendere per gestire al meglio rischi ambientali, sociali e di governance.

Nel corso dell’evento si è ribadita l’importanza cruciale dell’approccio Open Innovation per le banche e la creazione di sinergie con l’ecosistema fintech al fine non solo di fornire nuovi servizi sempre migliori, ma di sviluppare e alimentare vere e proprie iniziative innovative di cui possa beneficiare l’intero settore.

Perché il fintech guida lo sviluppo sostenibile

Negli ultimi anni la finanza sostenibile è diventata una delle tendenze più discusse e in forte espansione dell’universo fintech. Anche al World Economic Forum 2020 a Davos si è data molta attenzione al fintech come strumento chiave per l’inclusione finanziaria e per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite entro il 2030.

Questo grazie alle caratteristiche insite nel DNA del fintech come la decentralizzazione del sistema finanziario, la possibilità di raggiungere tutta quella parte di popolazione priva di un conto in banca ma in possesso di uno smartphone (i cosiddetti “unbanked”), maggiore trasparenza, tracciabilità e costi più bassi.

Le aziende fintech stanno innovando proponendo prodotti più flessibili, personalizzati e adatti anche ai clienti a basso reddito per affrontare le sfide finanziarie quotidiane. Stanno anche costruendo le basi per una più semplice verifica dell’identità digitale, per piattaforme di prestito alternative, condivisione dei dati e nuovi sistemi di pagamento.

Sfruttando le risorse del settore privato, la portata di il settore pubblico, l’esperienza del mondo accademico e il potere disruptive del fintech tutti i player in campo possono lavorare insieme per offrire servizi e prodotti finanziari a coloro che ne hanno più bisogno, per agevolare l’accesso al capitale, creare nuovi posti di lavoro e dare l’opportunità a tutti di vivere in modo più equo e green.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories