Fidelity National Information Service acquista Worldpay per 35 miliardi di dollari

Il gruppo fintech Fidelity National Information Service ha raggiunto un accordo per rilevare la società di servizi di pagamento Worldpay per circa 35 miliardi di dollari. Cifra che arriva a 43 miliardi di dollari se si include il debito della società britannica. L’operazione unisce un leader globale nelle soluzioni per le istituzioni finanziarie e un leader globale nell’innovazione per e-commerce e pagamenti

 Fidelity National Information Service acquista Worldpay per 35 miliardi di dollari

Il gruppo fintech statunitense Fidelity National Information Service, più comunemente noto come FIS, ha reso noto di aver raggiunto un accordo per rilevare la società di servizi di pagamento Worldpay per circa 35 miliardi di dollari.

Includendo il debito, l’offerta del fornitore internazionale di servizi finanziari, valuta il colosso britannico dei pagamenti circa 43 miliardi di dollari. La società che nascerà dall’aggregazione manterrà il nome FIS e avrà sede a Jacksonville, in Florida, già sede di Fidelity National Information Service.

Questa operazione unisce un leader nelle soluzioni per le istituzioni finanziare e un leader nell’innovazione per e-commerce e pagamenti, creando un gigante da 12,3 miliardi di ricavi annuali pro-forma e accelerando le prospettive di crescita dei ricavi organici di FIS dal 6% al 9% fino al 2021.

Gli azionisti di Worldpay riceveranno 0,9287 azioni FIS e 11 dollari in contanti per ciascun titolo detenuto, valutando la società 112,12 dollari per azione, con un premio di circa il 14% rispetto alla chiusura di venerdì.

Il Presidente e CEO di FIS, Gary Norcross, ha dichiarato: «L’economia di scala è importante nel nostro settore in rapida evoluzione. Alla chiusura entro la fine dell’anno, le nostre due case uniranno le forze per offrire combinazione di scala, presenza globale e la più ampia gamma di soluzioni finanziarie mondiali del settore. Come gruppo combinato, porteremo le soluzioni più moderne mirate ai mercati in maggiore crescita».

Norcross resterà Presidente e CEO del gruppo una volta terminata la fusione, quando ci sarà un Cda composto da dodici membri, sette dei quali verranno dal consiglio di FIS e cinque dei quali verranno dal board di Worldpay.

Charles Drucker, attuale Presidente e CEO di Worldpay, fungerà da Vicepresidente esecutivo del nuovo gruppo. In merito all’operazione Drucker afferma: «Il nostro obiettivo è sempre stato quello di offrire più valore ai nostri clienti e partner e prendere decisioni che raggiungano i nostri obiettivi di crescita e di rendimento. La combinazione con FIS ci aiuta ad accelerare il raggiungimento di questo obiettivo, ora beneficiando di nuove dimensioni e capacità che distingueranno veramente la società a livello globale».

Al London Stock Exchange le azioni di Worldpay al momento si attestano a 8.200 pence, in progresso del 10,66%. In attesa dell’apertura delle negoziazioni a Wall Street, le azioni Fidelity National Information Service venerdì hanno archiviato la seduta a 108,88 dollari, in progresso dell’1,02%. Nel pre-market, il titolo scambia invece a 105,30 dollari, in calo del 3,29%.

Iscriviti alla newsletter Fintech per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.