Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono e come funzionano?

I finanziamenti a fondo perduto non prevedono l’obbligo di restituzione né gli interessi. Cosa sono, come funzionano e quali vantaggi hanno.

Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono e come funzionano?

Cosa sono i finanziamenti a fondo perduto? Perché sono vantaggiosi?

Dunque, i finanziamenti a fondo perduto sono dei prestiti di denaro che non prevedono l’obbligo di restituzione e gli interessi; sono erogati da enti europei, statali, regionali e locali e servono ad incoraggiare l’iniziativa imprenditoriale di aziende giovani o a gestione femminile.

Per ottenere i finanziamenti a fondo perduto occorre partecipare ai bandi appositi e fornire all’ente erogatore un business plan dettagliato dove va spiegato qual è il progetto che si vuole finanziare.

Ogni bando stabilisce le modalità e i requisiti di partecipazione secondo la discrezionalità dell’ente erogatore.

Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono e come si richiedono

I finanziamenti a fondo perduto sono una particolare tipologia di contributo che viene erogata da alcuni enti pubblici o società finanziarie per favorire e incoraggiare delle attività imprenditoriali, in genere innovative o di interesse pubblico.

La peculiarità dei finanziamenti a fondo perduto è che non devono essere restituiti, per questa ragione hanno il solo scopo di aiutare e contribuire al riequilibrio finanziario dei soggetti richiedenti.

Generalmente è possibile ottenere i finanziamenti a fondo perduto attraverso la partecipazione specifici bandi dove occorre allegare i documenti richiesti. Dunque, non esiste una procedura univoca per ottenere questo tipo di finanziamento ma dipende dalle richieste del singolo bando.

Ogni procedura indica sempre la disponibilità finanziaria totale e l’importo concedibile al massimo ad ogni singola impresa ritenuta idonea. Per assegnare i finanziamenti a fondo perduto si può procedere o mediante graduatoria o con procedura valutativa a sportello, fino ad esaurimento delle risorse finanziarie.

Finanziamenti a fondo perduto: come funzionano

I finanziamenti a fondo perduto, quindi, sono concessioni di contributi di cui il soggetto erogante non chiede la restituzione. Infatti si tratta di somme di denaro erogate da enti europei, statali o locali per incentivare e sostenere chi vuole aprire una nuova attività.

Si tratta di un aspetto molto importante: infatti spesso i più giovani rinunciano a realizzare dei progetti imprenditoriali a causa della mancanza di fondi o perché temono di non riuscire a restituire la somma erogata.

Dunque, per ottenere questo tipo di finanziamento è necessario compilare la domanda apposita in risposta al bando ed allegare un dettagliato business plan che deve contenere le indicazioni in merito alle caratteristiche della propria impresa e agli obiettivi che si intende raggiungere nel medio e lungo termine grazie all’erogazione del denaro.

Quali sono i vantaggi dei finanziamenti a fondo perduto?

I vantaggi dei finanziamenti a fondo perduto sono evidenti: qui mancano l’obbligo di restituzione della somma e l’applicazione dei relativi interessi.

In più i finanziamenti a fondo perduto non prevedono la disponibilità di garanzia o di un garante, infatti possono essere concessi a chiunque ne faccia richiesta, senza previa valutazione della disponibilità reddituale. Per questa ragione, in genere i finanziamenti a fondo perduto vengono stanziati per incoraggiare le imprese giovanili e femminili, promuovere l’innovazione e dare impulso all’economia nelle aree più svantaggiate.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su Prestito

Argomenti:

Prestito

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.