Sponsorizzato

Merito creditizio: cosa è e perché è importante

Luca Fiore

14/12/2021

14/12/2021 - 18:08

condividi

Si sente spesso parlare di merito creditizio: vediamo cosa è quello che gli anglosassoni chiamano “credit score” e perché è così importante.

Merito creditizio: cosa è e perché è importante

Il merito creditizio è la valutazione della capacità di un operatore economico di far fronte alle proprie obbligazioni finanziarie, che siano essi debiti, rapporti di finanziamento o altro.

Chi si occupa di merito creditizio, nella terminologia anglosassone denominato credit score, si trova a dover valutare l’affidabilità di un soggetto dal punto di vista economico e finanziario per provare a valutare il rischio di insolvenza.

A cosa serve il merito creditizio?

Il merito creditizio costituisce uno dei criteri utilizzati dalle banche e dagli intermediari finanziari per decidere se concedere o meno un finanziamento (concedendo un prestito, ci si accolla il rischio di un’eventuale insolvenza).

Si tratta di un parametro particolarmente importante poiché è utilizzato anche per determinare le condizioni e il costo del finanziamento stesso (a un livello minore sarà associato un costo del finanziamento più elevato).

Per fare un esempio pratico ed esemplificativo, un soggetto con un reddito sicuro ed elevato potrà godere di un merito di credito più elevato di chi è impiegato a tempo determinato, lavora part-time o che è alla ricerca di un’occupazione. Allo stesso modo, un patrimonio consistente o un livello di indebitamento elevato rappresentano asset in grado di incrementare o ridurre la valutazione di un soggetto rispetto a un altro.

Centrali Rischi

Il Decreto Legislativo n.141 del 13 agosto 2010, meglio conosciuto come il provvedimento di Riforma del Credito al Consumo, prescrive una puntuale ricognizione in ordine al credit score creditizio di ogni cittadino o impresa che decide di rivolgersi alla banca per richiedere un finanziamento, un prestito o un mutuo a medio o lungo termine.

La finalità di questa prescrizione è abbastanza logica: serve a individuare quei soggetti che, potenzialmente, potrebbero dimostrarsi insolventi. Scoraggiando o rifiutando loro un finanziamento, il legislatore punta a contenere l’incremento dei crediti deteriorati (che metterebbero a rischio il sistema creditizio stesso).

Per ottenere le informazioni sul merito creditizio dei propri clienti, le banche e gli intermediari finanziari utilizzano i dati contenuti nei cosiddetti Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC), ossia le Centrali Rischi.

I SIC privati attivi in Italia sono Consorzio Tutela Credito, Crif, Experian, Assilea. A livello pubblico, esiste la Centrale dei Rischi della Banca d’Italia.

Come viene valutato il merito creditizio?

Per ottenere una valutazione quanto più completa del merito creditizio di un soggetto economico, si utilizzano diversi parametri:

  • i flussi reddituali;
  • la solidità di questi flussi;
  • il rapporto tra reddito (entrate) e il debito (le rate da pagare);
  • la presenza di fonti patrimoniali o fonti finanziarie che siano alternative;
  • l’attuale livello d’indebitamento;
  • la presenza di precedenti situazioni d’insolvenza o di ritardo dei pagamenti.

Come viene misurato?

La classificazione del credit score varia da una sicurezza elevata a un rischio molto elevato. Il rating segue la seguente scala:

  • AAA: sicurezza elevata;
  • AA: sicurezza;
  • A: ampia solvibilità;
  • BBB: solvibilità;
  • BB: vulnerabilità;
  • B: elevata vulnerabilità;
  • CCC: rischio;
  • CC: rischio elevato;
  • C: rischio molto elevato.

Vantaggi nell’utilizzare il merito creditizio

Tra i vantaggi derivanti dall’utilizzo del merito creditizio troviamo:

  1. la rapidità del processo: utilizzare valutazioni standardizzate permette una più rapida valutazione del soggetto che richiede il finanziamento;
  2. l’equità: i fattori sui quali si basa la valutazione non permettono di discriminare i clienti;
  3. la convenienza: ricorrere al credit score permette a chi concede il prestito di minimizzare i costi e quindi di proporre condizioni più convenienti;
  4. la trasparenza: tramite il credit score è facile e immediato capire la situazione finanziaria.

Younited Credit e il merito creditizio

Con l’obiettivo di fornire ai richiedenti un prestito a condizioni economiche vantaggiose, ma al contempo ridurre il rischio di insolvenza, anche Younited Credit - piattaforma di credito leader di mercato - utilizza il parametro del credit score per la valutazione della concessione di un finanziamento.

Questo consente, come citato nel paragrafo precedente, non solo di perseguire obiettivi di trasparenza e democrazia nella concessione di un prestito, ma anche di convenienza e velocità nella formulazione dell’esito definitivo.

In particolare, non solo i tassi applicati sono competitivi e attraenti, ma anche il processo di richiesta - e il successivo esito entro 24h - seguono un processo lineare e semplice da effettuare, con un’esperienza utente ottimale.

La valutazione viene effettuata sulla base di informazioni sulla situazione economica e finanziaria del consumatore, che vengono fornite sia dal cliente stesso (anche attraverso documentazione a conferma) che reperite tramite banche dati specializzate (come ad esempio CRIF ed Experian).

Nello specifico, la valutazione del merito creditizio viene effettuata da Younited Credit guardando a tre pillar fondamentali:

  • la storia creditizia, ossia la capacità del richiedente di pagare i debiti contratti in passato. In questo caso, Younited ricorre anche alla consultazione di banche dati specializzate;
  • il livello di indebitamento attuale, dove si tiene conto da un lato, dell’ammontare degli impegni finanziari in corso e dall’altro dell’importo richiesto con il nuovo prestito, il tutto rapportato alle entrate economiche del richiedente;
  • la situazione professionale e reddituale, dove si valutano i flussi di entrate fisse (esempio: stipendio del richiedente oppure pensione e/o fatturato da lavoro autonomo) e la situazione lavorativa complessiva (considerando anche il tipo di contratto e l’anzianità lavorativa).

Se sei interessato a richiedere un prestito a condizioni vantaggiose, consulta il sito ufficiale.

In collaborazione con YounitedCredit

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it