Ferrovie dello Stato, accordo con la BEI: in arrivo 300 milioni per i treni regionali

Francesco Lucchetti

24 Dicembre 2015 - 11:03

La Banca europea per gli investimenti sigla l’accordo con FS per il finanziamento ai trasporti regionali: in arrivo 300 milioni per Lazio, Liguria, Piemonte, Toscana e Veneto. Ecco le novità per i pendolari

Ferrovie dello Stato, accordo con la BEI: in arrivo 300 milioni per i treni regionali

Buone notizie per i pendolari di Lazio, Liguria, Piemonte, Toscana e Veneto: la Banca europea per gli investimenti (BEI) sta per finanziare le Ferrovie dello Stato italiane con 300 milioni di euro per l’acquisto di nuovi treni regionali, in applicazione del Piano Juncker che punta a rilanciare l’economia reale dell’UE.

L’accordo tra la BEI e Ferrovie dello Stato è stato siglato a Roma nella giornata odierna e prevede, da parte dell’istituto del Lussemburgo, l’acquisto di un titolo obbligazionario corporate di durata decennale a tasso variabile per un valore pari a 300 milioni di euro.

Nuovi treni regionali in arrivo sulla rete ferroviaria italiana

L’ingente finanziamento sarà impiegato da Ferrovie dello Stato per l’acquisto di nuovi treni per le tratte regionali in Lazio, Liguria, Piemonte, Toscana e Veneto. 49 motrici e 250 carrozze a due piani saranno presto a disposizione di FS per il servizio ai viaggiatori delle cinque regioni elencate. Il trasporto regionale, sottolinea l’amministratore delegato di FS Renato Mazzoncini, è la priorità del gruppo ed è una grande soddisfazione per l’azienda sperimentare questa innovativa forma di finanziamento:

“Questo nuovo finanziamento, totalmente dedicato ai treni per i pendolari, dimostra concretamente che l’attenzione per il trasporto regionale è in cima alla nostra lista delle priorità. L’essere stati scelti dalla BEI per una modalità di finanziamento mai utilizzata ora è la testimonianza della solidità e dell’affidabilità di cui il nostro gruppo gode sui mercati internazionali”.

L’obiettivo dell’EFSI: rilanciare l’economia mediante progetti strategici

Il finanziamento a FS avviene mediante l’European Fund for Strategic Investments, o EFSI, che rientra nel cosiddetto “Piano Juncker”. Il programma, che porta il nome dell’attuale presidente della Commissione europea, ha lo scopo di dare impulso agli investimenti nell’Unione Europea tramite progetti che possano avere un grande valore strategico nel sostenere e rilanciare l’economia reale dell’UE.
Il servizio di trasporto pubblico per i lavoratori viene così individuato come strumento chiave per supportare la ripresa economica in Italia e nel Vecchio Continente e per i pendolari delle cinque regioni italiane è un’ottima notizia che arriva proprio nel giorno della Vigilia di Natale.

Da non perdere su Money.it

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.