Ferrari SF90 Stradale è una delle molte vittime che nel mondo dei motori ha causato la pandemia di coronavirus. Il debutto della super car del cavallino rampante infatti è stato posticipato a data da destinarsi. Le prime consegne della vettura originariamente sarebbero dovute avvenire entro la prima metà del 2020. Ma a causa dello stop alla produzione nella fabbrica di Maranello, dove la super car avrebbe dovuto essere costruita, difficilmente le prime consegne avverranno prima della fine dell’anno inizi del 2021.

Rinviate le prime consegne della Ferrari SF90 Stradale

Almeno 2 o 3 mesi in più rispetto ai clienti europei dovranno aspettare coloro che hanno ordinato la nuova Ferrari SF90 Stradale negli Stati Uniti. A proposito di questo ritardo, il numero uno della Ferrari, l’amministratore delegato Louis Camilleri ha dichiarato che lui e la sua azienda sono fiduciosi di effettuare le prime consegne entro la fine del 2020, anche se il CEO stesso ha detto che la produzione entrerà a regime solo agli inizi del 2021.

Secondo la Ferrari chi ordina adesso una Ferrari SF90 Stradale dovrà aspettare almeno 18 mesi prima di vedersela consegnata. Questo a causa dei ritardi accumulati per il fatto che la fabbrica di Maranello da metà marzo è rimasta chiusa sino allo scorso 3 maggio per il coronavirus.

Tra l’altro, la situazione è stata ulteriormente aggravata dal fatto che alcuni dei fornitori della Ferrari hanno riaperto le proprie fabbriche molte settimane dopo il 3 maggio e dunque la produzione non è potuta andare avanti come si era ipotizzato in un primo momento. Ricordiamo infine che Ferrari SF90 Stradale in Italia può essere acquistata con prezzi che partono da 430 mila euro.