Per la Ferrari quel che resta del 2020 e tutto il 2021 sarà un periodo molto difficile in Formula 1. Lo ha confermato il team principal della scuderia di Maranello, Mattia Binotto, che ha dichiarato di pensare già al 2022 come momento della riscossa per la sua squadra.

Mattia Binotto pensa già al 2022, solo allora la Ferrari potrà lottare per la vittoria

Il cambio di regolamento della Formula 1, originariamente previsto per il 2021 ma poi spostato a causa del coronavirus al 2022, rappresenta per la Ferrari una grande opportunità di modificare in suo favore gli equilibri in Formula 1 cercando di tornare nuovamente al vertice.

A causa del coronavirus per questo 2020 e per tutto il 2021 molti aggiornamenti sono vietati e dunque con le monoposto che non posso essere toccate diventa difficile cambiare le cose per i team con la situazione in pista che dunque rimane congelata. Dovrebbe dunque continuare senza ostacoli il dominio della Mercedes con Lewis Hamilton che tra il 2020 e il 2021 dovrebbe battere ogni record.

Binotto ha detto che alla Ferrari non interessa trovare una singola vittoria ma riuscire a costruire qualcosa di solido e duraturo. Da questo punto di vista il 2022 dovrebbe essere la grande opportunità per il team del cavallino rampante.

Del resto Binotto sottolinea come anche in passato prima di arrivare a periodi di grandi vittorie come quello di Michael Schumacher vi sono stati anni molto difficili. Binotto c’era quando la Ferrari di Todt, Schumacher e Montezemolo ha dominato in Formula 1 e dice di aver imparato ad avere quella mentalità vincente che allora ha fatto la fortuna del cavallino rampante.

Si spera ovviamente che dal 2022 le cose per la squadra di Maranello possano migliorare nettamente e che Charles Leclerc e Carlos Sainz possano regalare numerose soddisfazioni ai tanti fan del cavallino rampante.