Ferrari 250 GTO è l’auto più costosa di sempre: il prezzo è di 80 milioni di dollari

Luca Secondino

6 Giugno 2018 - 09:34

condividi

Il modello del 1963 ha fissato un nuovo record sul valore delle auto d’epoca. La sportiva ora è la più cara al mondo.

Che la Ferrari 250 GTO fosse una delle auto più ambite e con più valore al mondo si sapeva da tempo, grazie al prestigio e all’eccellenza meccanica e stilistica che racchiude.

Oggi è l’auto più costosa al mondo, acquistata privatamente da un collezionista per la cifra di 70 milioni di euro: in particolare si tratta di una Ferrari 250 GTO 4153 GT del 1963, una delle 39 auto di questo modello costruite dal 1962 al 1964. La produzione limitata ha sempre garantito al modello valutazioni record.

L’ultima ammonta a 68 milioni di euro, 80 milioni di dollari, sborsati da un collezionista statunitense, che fa balzare la GTO in cima alle auto più costose del mondo.

Ferrari GTO acquistata al prezzo di 80 milioni di dollari

L’auto, numero di telaio 4153 GT, è stata venduta dal pilota Christian Glaesel in una trattativa privata all’imprenditore David McNeil, CEO di WeatherTech, compagnia che produce accessori per auto.

La Ferrari GTO da record si distingue per il colore argento e per la banda gialla sul cofano anteriore, una livrea inusuale rispetto al tradizionale rosso Ferrari, dovuta alle scuderie Ecurie Francorchamps e Equipe National Belge, provenienti dal Belgio, per cui scese in pista. In Belgio, era infatti il giallo il colore per le auto da competizione, come il rosso in Italia e il verde per la Gran Bretagna.

Nel suo passato nel motorsport, ha vinto il Tour de France nel 1964, ha partecipato alla 24 Ore di Le Mans nel 1963 e ha vinto 24 volte nella categoria GT tra il 1962 e il 1964.

Mai un’automobile era stata venduta a questa cifra: il massimo era stato sempre per la GTO a 52 milioni nel 2013.

Storia e valore della Ferrari GTO più costosa al mondo

La Ferrari 250 GTO acquistata da McNeil è stata acquistata negli anni Ottanta dal francese Henri Chambon, che nel 1997 l’ha rivenduta allo svizzero Nicolaus Springer. Negli anni Novanta fu restaurata da DK Engineering, che ne hanno mantenuta intatta l’originalità in ogni sua parte. Nel 2003 è stata poi acquistata dal pilota tedesco Christian Glaesel, che l’ha guidata in diversi eventi in Germania ed che nel 2017 ha anche partecipato al Goodwood.

L’ultimo proprietario è ora McNeil, che l’ha pagata in una trattativa privata ben 80 milioni di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it