Facebook è il re dei social, batte Twitter: trimestrale da record, profitti su del 200%

Livio Spadaro

28 Aprile 2016 - 11:40

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Facebook batte di gran lunga Twitter: profitti in aumento di oltre il 200% e utenti totali a oltre 1,65 miliardi. Twitter piange: la trimestrale delude ancora e il titolo affonda.

Facebook e Twitter viaggiano a due velocità completamente diverse. L’azienda guidata dal fondatore Mark Zuckerberg ha pubblicato una trimestrale record che ha visto i profitti incrementarsi di di quasi il 200% rispetto ad un anno fa. La società capitanata da Jack Dorsey invece fatica a trovare un modello di business redditizio, visto che la trimestrale non ha mostrato segnali di ripresa dopo il restyling voluto dal CEO e co-fondatore di Twitter.

Facebook ha raggiunto un numero di utenti di oltre 1,65 miliardi mentre Twitter fa ancora fatica a incrementare il numero di utenze vista la modesta crescita di utenti mensili. Delude anche l’incremento del fatturato della società di Dorsey e le prospettive per i prossimi trimestri.

La delusione degli investitori si è fatta sentire in Borsa con il titolo di Twitter colato a picco del 16,28% nella sola seduta di ieri. Le azioni di Facebook invece sembrano proiettate ad aprire sui massimi livelli, visto che in pre-market segnano un prezzo di $117,7 ad azione.

Facebook: miglior trimestrale del comparto tecnologico USA

Facebook batte nuovamente Twitter: la trimestrale dell’azienda di Zuckerberg ha mostrato conti mai visti nel settore dei social media mentre quella della società di Dorsey fatica a trovare un modello di business redditizio.

Facebook ieri ha pubblicato i conti del primo trimestre 2016 che hanno mostrato una crescita dei profitti di quasi il 200% con un ammontare di $1,51 miliardi contro i $512 milioni riportati appena un anno fa.

L’EPS è praticamente quadruplicato passando a $0,52 per azione contro i $0,18 del primo trimestre 2015. Il numero di utenti totale è salito a 1,65 miliardi, con un tempo medio di visita del sito di 15 minuti al giorno.

Daniel Morgan, senior portfolio analyst di Synovus Trust Company, ha dichiarato che i dati di Facebook sono i migliori visti in questa stagione di trimestrali del comparto tecnologico.

Facebook, Zuckerberg: in 10 anni puntiamo a raggiungere ogni individuo nel mondo

Lo stesso Mark Zuckerberg, CEO e fondatore di Facebook, ha sottolineato come l’azienda ha avuto un grande inizio anno visti i conti trimestrali. L’ad ha poi evidenziato il numero di utenti totali, ponendo sotto l’attenzione il miliardo di utenti giornalieri da piattaforme mobile.

“Siamo focalizzati sul nostro progetto decennale che prevede che ogni individuo nel mondo possa condividere qualsiasi cosa voglia con chiunque”, ha aggiunto Zuckerberg.

Le azioni di Facebook sono previste aprire in netto rialzo nella seduta odierna di Wall Street, con un’apertura sui massimi livelli pari ad una quotazione di $117,7 ad azione nonostante non si prospetti un’apertura brillantissima per Wall Street.

Facebok ride, Twitter no: trimestrale delude ancora e titolo cola a picco

Se da un lato Facebook gode, dall’altro piange Twitter. Il diretto concorrente del sito di Zuckerberg fatica a trovare un modello di business redditizio nonostante le spinte innovative del CEO e co-fondatore di Twitter, Jack Dorsey.

I dati trimestrali della creatura di Dorsey sono stati offuscati dal rallentamento del business pubblicitario che ha segnato un +36% ($595 milioni), sotto il target del management e il peggior incremento di sempre.

Twitter: tagliate le stime sulla crescita dei ricavi pubblicitari

Per il secondo trimestre del 2016, Twitter si aspetta una crescita del fatturato pubblicitario del solo 17% contro un dato precedente del 61%. In totale ci si aspetta che il social network raggiunga ricavi pubblicitari tra i $590 e i $610 milioni per il prossimo trimestre, in netto calo rispetto ai $678 milioni calcolati dagli analisti.

Non mancano gli aspetti positivi per il sito di Jack Dorsey. Le utenze mensili sono cresciute inaspettatamente di 5 milioni per un totale di 310 milioni di iscritti che hanno utilizzato il social network almeno una volta al mese. La lieve ripresa delle utenze inverte il trend negativo degli ultimi mesi anche se la società ha motivato tale rialzo a iniziative di marketing stagionali.

Preoccupa la debole domanda delle grandi aziende che promuovono i propri prodotti tramite “cinguettii”, uno dei maggiori driver di crescita dei ricavi per Twitter. Tuttavia, l’azienda ha reso noto che l’implementazione di alcune funzionalità necessarie dovrebbe far tornare la domanda degli inserzionisti.

Facebook vs. Twitter: l’andamento delle azioni nel dettaglio

Una cosa è certa, guardando il grafico sottostante è evidente come Twitter abbia un gran da fare prima di raggiungere i livelli di Facebook:

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.