L’Europa tornerà a crescere: l’ottimismo della Germania, anche sul Recovery Fund

Il ministro delle Finanze tedesco Scholz è fiducioso: l’Europa supererà la crisi economica presto. La condizione, però, è l’unione degli Stati. La Germania scommette sull’UE.

L'Europa tornerà a crescere: l'ottimismo della Germania, anche sul Recovery Fund

Fiducia e ottimismo sulla ripresa economica dell’Europa da parte della Germania.

Il ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz si è detto convinto che l’UE possa tornare ai livelli pre-crisi entro il 2022, ma i leader europei devono lavorare insieme.

Il momento difficile del vecchio continente è una grande opportunità. La Germania ne è convinta e ha insistito sulla collaborazione, già emersa con lo storico accordo sul Recovery Fund.

Gli sforzi non possono essere resi vani e, per questo, Scholz ha parlato di un “momento hamiltoniano” per l’Unione Europea. Cosa significa?

La Germania spinge per un’Europa forte e unita: le parole di Scholz

In un intervento su CNBC, il ministro tedesco Scholz ha diffuso un messaggio di speranza sul destino europeo, soprattutto in ambito economico.

Proprio mentre la situazione del coronavirus si sta complicando nel vecchio continente, con la maggior parte dei Paesi alle prese con picchi di contagi e misure restrittive, dalla Germania è giunta una ventata di ottimismo.

Scholz, infatti, ha sottolineato che:

“Se guardo ai dati, potremmo essere abbastanza fiduciosi per il futuro, abbiamo un aumento della crescita economica, avremo la possibilità di tornare alla situazione che avevamo prima della crisi all’inizio del 2022 , forse un po’ prima.”

Non solo, il ministro ha insistito sul’opportunità per l’UE di realizzare finalmente un’unione fiscale più stretta. Ci si trova, a suo avviso, in un “momento hamiltoniano”, facendo riferimento all’accordo raggiunto nel 1790 dal primo segretario al Tesoro degli Stati Uniti Alexander Hamilton per convertire i debiti dei singoli stati in obbligazioni dell’unione.

“L’Unione Europea ha la capacità fiscale di agire. E questo è, credo, il loro vero momento, che produce un’unione migliore.”

Le difficoltà, naturalmente, non mancano e si riferiscono proprio all’accordo su bilancio e gestione del Recovery Fund.

La speranza del ministro tedesco è che gli Stati membri possano approvare il bilancio comune e il fondo di recupero, anche se permangono disaccordi sul meccanismo di distribuzione delle risorse e su come imporre l’adesione ai valori democratici, un principio chiave dell’UE.

In questo cammino non privo di ostacoli, al quale si aggiunge lo stallo Brexit, Scholz ha mantenuto ottimismo:

“Sono abbastanza ottimista sul fatto che avremo la possibilità di risolvere tutti i problemi quest’anno, in modo che i soldi vengano utilizzati dall’inizio del prossimo anno.”

La Germania punta tutto sull’Unione Europea e sulla sua ripresa economica in nome della solidarietà. Dalle parole ai fatti?

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories