Esenzione Canone Rai 2020: moduli, scadenza e come fare domanda

Per non pagare il canone Rai nel 2020 bisogna chiedere l’esenzione. Ecco a chi spetta, novità, requisiti, moduli e scadenze per fare domanda.

Esenzione Canone Rai 2020: moduli, scadenza e come fare domanda

L’esenzione del canone Rai anche nel 2020 permetterà ad alcune categorie di contribuenti di non pagare i 90 euro l’anno per l’imposta sul possesso della TV.

Entro il 31 gennaio 2020 chi non possiede apparecchi televisivi deve presentare la dichiarazione di non detenzione per ottenere l’esenzione del pagamento del canone per l’intero anno. Per chi invierà la richiesta dal 1 febbraio al 30 giugno, l’esenzione del canone Rai sarà valida nel secondo semestre, ossia da luglio a dicembre 2020.

Ricordiamo che il pagamento del canone Rai non è legato all’utilizzo o meno della televisione, bensì alla detenzione di un apparecchio televisivo in casa. Non si può chiedere l’esenzione, quindi, solo perché non si accende la TV o non si guardano i programmi Rai.

Qui di seguito illustriamo tutte le novità del canone Rai nel 2020: chi può non pagarlo, requisiti e scadenze per inoltrare la domanda. In questa guida all’esenzione del canone Rai potete trovare anche tutti i moduli per l’anno 2020 da compilare e inviare all’Agenzia delle Entrate.

Esenzione canone Rai 2020: chi non paga

Il Canone Rai è un’imposta sulla detenzione di apparecchi televisivi, per questo motivo (quasi) chiunque sia in possesso di un televisore è obbligato a versare l’importo dovuto.

L’importo attualmente ammonta a 90 euro annui ed è inserito nella bolletta della luce, spalmato su 10 rate mensili.

Come fare a non pagare il canone Rai? Bisogna rispettare determinati requisiti e condizioni previsti dalla legge. Ecco di seguito la lista delle persone che nel 2020 usufruiscono dell’esenzione del canone:

  • Anziani Over 75 con un reddito fino a 8.000 euro
  • Invalidi civili degenti in un casa di riposo
  • Titolari di un’utenza elettrica non residente, esempio valido per le case in affitto o per le seconde case utilizzate per le vacanze
  • Militari delle Forze Armate Italiane, ma solo per gli apparecchi che si trovano in luoghi comuni, come ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze Armate. I membri delle Forze armate che vivono in un appartamenti privati all’interno di una struttura militare, invece, devono pagare il Canone Rai
  • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze NATO
  • Agenti diplomatici e consolari, ma solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani
  • Rivenditori e negozi che si occupano di riparazione di apparecchi televisivi
  • Non possessori di televisioni o apparecchi preposti alla ricezione di radioaudizioni televisive.

Esonero canone Rai 2020 over 75 anni: requisiti e modulo domanda

I cittadini che hanno compiuto 75 anni il cui reddito annuo proprio e del coniuge che non supera gli 8.000 euro e senza conviventi titolari di un reddito proprio (esclusi collaboratori domestici, colf e badanti) possono presentare una dichiarazione sostitutiva con cui attestano il possesso dei requisiti per essere esonerati dal pagamento del canone TV.

Leggi anche: Canone Rai 2020, esenzione anziani anche se la badante è convivente

L’esonero vale solo per gli apparecchi televisivi presenti nell’abitazione di residenza, e spetta per l’intero anno se il compimento del 75° anno è avvenuto entro il 31 gennaio dell’anno stesso. Se il compimento del 75° anno è avvenuto dal 1° febbraio al 31 luglio dell’anno, l’agevolazione spetta per il secondo semestre.

Chi ha presentato la dichiarazione sostitutiva e continua a essere in possesso delle condizioni di esenzione, può continuare a beneficiare dell’agevolazione nelle annualità successive senza inviare nuove dichiarazioni.

Se, invece, si perdono i requisiti attestati in una precedente dichiarazione sostitutiva, per esempio viene superato il limite di reddito previsto, è necessario presentare la dichiarazione di variazione dei presupposti.

La dichiarazione sostitutiva (in basso trovate il modulo per la richiesta) può essere:

  • spedita per posta in plico raccomandato, senza busta, all’indirizzo dell’Agenzia delle Entrate di Torino, insieme alla copia di un documento di riconoscimento
Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 - 10121 Torino
  • inviata tramite posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it e con firma digitale;
  • consegnata dall’interessato presso un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate.
Modulo esenzione canone Rai per over 75 anni

Esenzione Canone Rai 2020 per militari e diplomatici stranieri

I militari e i diplomatici stranieri sono esenti dal pagamento del Canone Rai per effetto di convenzioni internazionali.

La presentazione della dichiarazione sostitutiva consente di far valere l’esenzione anche al fine di evitare l’addebito del Canone Rai sulla bolletta dell’energia dell’utenza intestata al dichiarante.

La dichiarazione sostitutiva deve essere presentata anche per comunicare il venir meno dei presupposti precedentemente dichiarati, ad esempio nel caso di cessazione anticipata dell’incarico diplomatico.

Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato direttamente dall’interessato, con un documento valido di riconoscimento, tramite plico raccomandato senza busta, all’indirizzo:

Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 - 10121 Torino.
Modulo esenzione canone Rai per militari e diplomatici

Nel caso in cui si verifichi un cambiamento delle condizioni di esenzione, come il rinnovo della carta d’identità diplomatica, sarà onere del dichiarante presentare una nuova dichiarazione con i dati aggiornati.

Esenzione Canone Rai 2020 per chi non ha la TV

I contribuenti titolari di un’utenza elettrica per uso domestico residenziale possono evitare di pagare il Canone Rai dichiarando che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a loro intestata è presente un apparecchio TV sia proprio che di un componente della loro famiglia anagrafica, presentando la dichiarazione sostitutiva con l’apposito modello .

Lo stesso modello può essere utilizzato anche da un erede in caso l’utenza elettrica sia intestata a un soggetto deceduto per dichiarare che non è presente alcun apparecchio TV.

Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel, oppure tramite gli intermediari abilitati.

Nei casi in cui non sia possibile l’invio telematico, il modello può essere inviato (insieme alla copia di un documento valido d’identità) tramite raccomandata senza busta, all’indirizzo:

Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 - 10121 Torino.
Modulo esenzione canone Rai - dichiarazione sostitutiva

Ulteriori informazioni possono essere trovate sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Vi consigliamo inoltre di stare attenti alle truffe del rimborso Canone Rai un tipo di frode che periodicamente ricompare.

Canone Rai non dovuto: come chiedere il rimborso

Chi si è visto addebitare il canone Rai in bolletta pur avendo diritto all’esenzione può chiedere il rimborso compilando il modulo dedicato (lo potete scaricare qui di seguito) e presentando la richiesta per via telematica o per posta.

Modulo richiesta rimborso canone Rai non dovuto

Nel primo caso si andrà sul sito dell’Agenzia delle Entrate, facendo l’accesso con le credenziali Entratel o Fisconline, o tramite intermediari abilitati.

L’invio per posta deve essere fatto con raccomandata, al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale 1 di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.

La richiesta di rimborso può essere fatta anche da un erede in relazione all’utenza elettrica intestata a un soggetto deceduto.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Canone RAI

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.