Epidemia ebola, nuovo comunicato del Ministero della Salute: «nessun rischio in Italia»

Un nuovo comunicato del Ministero della Salute vuole rassicurare gli italiani sulla possibilità che l’epidemia di ebola, che sta flagellando l’Africa, possa sbarcare sulle nostre coste. Nel giorni scorsi infatti è stato lanciato l’allarme e il codice rosso per alcuni scali europei dove sono stati incrementati i controlli sui passeggeri provenienti dall’Africa. Per l’Italia però il discorso è più complesso dal momento che, non ci sono voli aerei diretti dall’Africa, ma le nostre coste sono interessate da consistenti flussi migratori. Per approfondireEbola: l’epidemia spaventa l’Europa. Anche in Italia scatta l’allarme, si temono sbarchi a Lampedusa

A questo proposito il Ministero della Salute, in un comunicato diramato ieri, ha esortato ad una massima attenzione, controllando la nazionalità di chi arriva sulle nostre coste ed accertandosi delle condizioni di salute. Oggi il Ministero in un nuovo comunicato fa sapere che non c’è allarme in Italia, almeno per il momento, e che i controlli raccomandati nella nota di ieri rimangono comunque di routine e di maggiore attenzione.

Il comunicato
“Si sottolinea – dice il Ministero della Salute, riferendosi sempre al virus Ebola - che l’Organizzazione Mondiale della Sanità non raccomanda, al momento, restrizioni di viaggi e movimenti internazionali di persone, mezzi di trasporto e merci. Il rischio di infezione per i turisti, i viaggiatori in genere ed i residenti nelle zone colpite, è considerato molto basso se si seguono alcune precauzioni elementari. Nessun rischio epidemia dunque in Italia. Il Ministero della Salute italiano consiglia di “evitare il contatto con malati o e i loro fluidi corporei e con i corpi e fluidi corporei di pazienti deceduti oltre alle altre semplici e generiche precauzioni sempre consigliate in caso di viaggi in Africa Sub-sahariana quali ad esempio, evitare contatti stretti con animali selvatici vivi o morti, evitare di consumare carne di animali selvatici, lavare e sbucciare frutta e verdura prima del consumo, lavarsi frequentemente le mani”.

“In merito a quanto diffuso da organi di informazione sull’epidemia di malattia da Virus Ebola che dopo i primi focolai in Guinea sta interessando alcuni Paesi limitrofi dell’Africa occidentale - afferma il comunicato del Ministero della Salute - si precisa che si fornisce costantemente aggiornamenti sull’evoluzione della situazione attraverso comunicati inviati alle Regioni di tutta Italia e ad altre amministrazioni interessate alle problematiche sanitarie relative a viaggi e soggiorni internazionali”.

Iscriviti alla newsletter Altre Rubriche

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.