Enel domanda tonica per i nuovi bond ibridi. Lanciata offerta di scambio

Richieste a oltre 1,2 miliardi per il nuovo bond ibrido di Enel che ha inoltre lanciato un’offerta di scambio su due obbligazioni.

Enel domanda tonica per i nuovi bond ibridi. Lanciata offerta di scambio

Enel ieri ha lanciato sul mercato europeo un’emissione di un prestito obbligazionario non convertibile subordinato ibrido destinato ad investitori istituzionali.

La durata del bond è di circa sei anni, l’ammontare complessivo è stato fissato a 300 milioni di euro.

L’operazione ha ricevuto richieste in esubero di 4 volte l’offerta, per un ammontare superiore a 1,2 miliardi di euro.

Obbligazioni Enel: rendimento al 3,625%

L’operazione è strutturata tramite un’obbligazione da 300 milioni di euro, con scadenza 24 maggio 2080 e cedola fissa annuale del 3,5% fino alla prima data di rimborso anticipato, prevista il 24 maggio 2025.

A partire da tale data e fino alla data di scadenza, il tasso applicato sarà pari al tasso Euro Mid Swap a cinque anni di riferimento incrementato di un margine iniziale di 356,4 punti base, incrementato di un ulteriore margine di 25 punti base a partire dal 2030 e di un successivo aumento di ulteriori 75 punti base a partire dal 2045.

Il prezzo di emissione è stato fissato al 99,337% e il rendimento effettivo alla prima data di rimborso anticipato è pari a 3,625%.

Obbligazioni Enel: lanciata offerta di scambio su due bond

Enel ha inoltre lanciato, dal 15 maggio al 21 maggio 2019, di un’offerta di scambio volontaria non vincolante per l’acquisto e la successiva cancellazione di due obbligazioni ibride.

La prima, della quale c’è ancora un nominale ancora in circolazione di 749,9 milioni di euro, con scadenza 15 gennaio 2075 (XS1014997073) e prima data di rimborso anticipato 15 gennaio 2020, la seconda, di cui sono ancora in circolazione 513,3 milioni di euro, presenta scadenza 10 gennaio 2074 (XS0954675129) e data di rimborso anticipato 10 gennaio 2024.

In entrambi i casi, il corrispettivo dell’acquisto sarà costituito da un incremento dell’ammontare della nuova emissione al 2080.

Le obbligazioni ibride che saranno emesse a servizio dell’offerta di scambio non vincolante, insieme alle nuove obbligazioni ibride, potranno avere un ammontare nominale aggregato fino ad un massimo di 750 milioni di euro.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su Enel

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \