Emiliano Sala: il Cardiff deve pagare i 17 milioni di euro per l’acquisto

Massimiliano Carrà

7 Febbraio 2019 - 16:00

Mentre proseguono le ricerche dell’attaccante argentino, crescono le tensioni tra il Nantes e Il Cardiff. Il club gallese, infatti, non vorrebbe pagare alla società francese la cifra pattuita per l’acquisto del giocatore

Emiliano Sala: il Cardiff deve pagare i 17 milioni di euro per l’acquisto

Dopo il ritrovamento del relitto aereo annunciato nei giorni scorsi dall’Air Accidents Investigation Branch, continuano le ricerche sottomarine del calciatore Emiliano Sala, scomparso lo scorso 21 gennaio al largo di Guernsey, nel canale della Manica. L’attaccante argentino stava viaggiando su un aereo privato per raggiungere Cardiff e iniziare la sua nuova avventura calcistica nel club gallese. I ricercatori finora hanno ritrovato una salma, non è ancora noto se quella del giocatore o del pilota del velivolo, David Ibbotson.

Nantes-Cardiff: pronta la causa se non arriva il pagamento
Il dramma che ha interessato Emiliano Sala si intreccia tuttavia con questioni prettamente economiche. Due giorni prima della sua scomparsa, Sala era stato ceduto a titolo definitivo dal Nantes al Cardiff, club calcistico che in questa stagione prende parte alla Premier League, per una cifra di 17 milioni di euro. Ora però il team che milita nel massimo campionato inglese sembrerebbe intenzionata ad onorare gli impegni presi con il club francese. Questo nonostante il contratto fosse stato già firmato da tutte le parti in gioco e fosse stato già depositato. Alla luce dell’incidente, il Cardiff ha deciso di congelare il pagamento della prima rata. Cosa che non è affatto piaciuta ai dirigenti del Nantes, che sarebbero pronti ad adire le vie legali se non riceveranno i soldi pattuiti entro dieci giorni.

Tra i due club chi ha ragione?
La questione è molto delicata, specie perchè il Cardiff rischia di pagare un giocatore di cui non potrà mai usufruire. Le difficoltà aumentano trattandosi di un trasferimento tra club di diverse nazioni. Per capire chi ha ragione in questa storia, Money.it ha intervistato l’avvocato Mattia Grassani. Senza avere dubbi, l’esperto di diritto sportivo e societario, ha evidenziato come "il Nantes ha diritto a ricevere tutto l’importo prestabilito, a prescindere dalla tragedia accaduta al calciatore".

Dal punto di vista legale infatti, l’operazione era stata già del tutto perfezionata. "Non pagando la cifra pattuita per l’acquisto dell’attaccante, il Cardiff violerebbe le norme del Diritto Civile e Sportivo e il regolamento FIFA. Bisogna solo capire se è possibile invocare un’eventuale copertura assicurativa, che magari avevano stipulato le due società o la compagnia aerea. A prescindere, però, questa eventuale copertura non annullerebbe il dovere del Cardiff di pagare il Nantes. Al massimo permetterebbe al club gallese di attutire il peso economico”, ha concluso l’avvocato Mattia Grassani.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo