Ecco perché il Franchising è destinato a crescere

Francesca Caiazzo

5 Febbraio 2018 - 11:33

5 Febbraio 2018 - 11:59

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Tutti i dati indicano che il Franchising continuerà a crescere sia in termini di fatturato che di nuove aperture

Franchising, che passione! Il 2017 è stata una buona annata per gli esercizi commerciali in affiliazione e secondo i dati del Rapporto Confimprese 2018 analizzato da Il Sole 24 Ore anche l’anno in corso riserverà grandi risultati per il settore.

La crescita del franchising in Italia, spinto anche dalla leggere ripresa economica, significa nuove aperture, maggiori ricavi e nuovi posti di lavoro.

La ripresa del 2017

La tendenza positiva del franchising si inserisce in un contesto complessivamente positivo per il retail. Secondo il Rapporto, infatti, nel 2017 i ricavi delle insegne affiliate a Confimpresa hanno toccato i 148 miliardi e mezzo che diventano 150 miliardi se si considerano anche le nuove aperture.

Un aumento rispetto all’anno precedente che ha fatto segnare un incremento del 3,2%, che supera il 5% se si tiene conto anche dei nuovi negozi aperti.
In questo scenario, dunque, spiccano le inaugurazioni di nuove realtà in affiliazione che proseguiranno anche nel 2018, anno in cui si prevede l’apertura di circa mille nuovi esercizi commerciali.

Le previsioni per il 2018

Nel 2018, a trainare il comparto, per numero di nuove aperture, sarà il settore della ristorazione, seguito dalla moda e dallo street food.

Ma dove nasceranno i nuovi esercizi commerciali in franchising? Dopo il disinteresse registrato negli ultimi anni, i negozi in affiliazione tornano a riempire parchi e centri commerciali anche se attualmente le aree preferite sono quelle intorno ai centri cittadini.

Le vetrine a ridosso dei centri storici sono in grado di attrarre anche potenziali clienti di passaggio e ben rispondono all’esigenza ancora viva nel settore di contestualizzare l’attività come negozio di vicinato.

Il trend positivo in atto nel settore spingerà anche sul fronte occupazionale. Nel 2018, secondo il rapporto Confimprese, potrebbero vedere la luce circa 10mila posti di lavoro.
Per fare un esempio, solo il comparto dello street food, potrebbe registrare un centinaio di nuove inaugurazioni coinvolgendo circa 1.500 nuove unità lavorative.

A dominare la scena del franchising, in termini di nuove aperture, però sarà Tecnocasa: ai 2.161 punti di affiliazione sparsi in tutta Italia, nel 2018 si stimano oltre 200 nuove insegne.

Bene anche i franchisor italiani all’estero

Per avere un quadro più dettagliato del comparto franchising, basta dare uno sguardo al report dell’Osservatoro Federfranchising Confesercenti, i cui dati sono stati presentati di recente in occasione dell’Assemblea annuale 2018.

Nel 2017, le imprese affiliate in franchising sono state 51.260 mentre i franchisor attivi erano 977. In entrambi i casi, si sono registrati aumenti rispetto all’anno precedente: +1% nel primo caso e +2,7% nel secondo.

Incrementato anche il fatturato complessivo dei negozi in affiliazione commerciale che ha superato i 24 miliardi (24,2 per l’esattezza) segnando +0,9% sul 2016.

Anche per Confesercenti, nel prossimo futuro la tendenza positiva proseguirà: le stime indicano un fatturato maggiore di 35 miliardi di euro, un migliaio di insegne e circa 53 mila negozi in affiliazione.

Da segnalare, infine, anche la buona performance dei franchisor italiani all’estero: nel 2017, sono stati 200 quelli che hanno aperto almeno un punto vendita in un altro Paese con un aumento rispetto al 2012% dell’8,7%

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories