Droga, pene raddoppiate e abolizione della modica quantità: la proposta di Salvini

Il Ministro Salvini annuncia un ddl sul contrasto dello spaccio di droga. Previste pene più severe e l’abolizione della modica quantità detenibile.

Droga, pene raddoppiate e abolizione della modica quantità: la proposta di Salvini

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini vuole presentare un progetto di legge sul contrasto dello spaccio e del consumo di droga. Il disegno di legge prevede pene più aspre per gli spacciatori ed elimina il concetto di “modica quantità”, cioè la quantità di stupefacenti legalmente detenibile per uso personale.

Il nuove provvedimento sembra rievocare quanto previsto in passato dalla legge Fini-Giovanardi, da molti considerata come la maggiore causa del sovraffollamento degli istituti penitenziari italiani.

Tra le principali misure proposte da Salvini: la detenzione da 3 a 6 anni, la multa da 5.000 euro fino a 30.000 euro e revoca del veicolo.

Inasprimento delle pene e abolizione della modica quantità di droga: il ddl Salvini

Matteo Salvini ha annunciato di voler presentare alle Camere un nuovo disegno di legge per contrastare lo spaccio di droga e punire più severamente gli spacciatori.

Durante la conferenza stampa alla Camera, il Vicepremier ha anticipato alcune delle misure che intende introdurre: innanzitutto vuole abolire il concetto di “modica quantità”, ovvero la quantità legalmente detenibile di sostanze stupefacenti (stabilita con decreto dal Ministero della Salute), inoltre vuole inasprire le pene previste nei confronti degli spacciatori.

Ad oggi, il decreto Lorenzin del 2013 prevede per chi spaccia la reclusione da un minimo di 6 mesi ad un massimo di 4 anni e la multa da 1.000 euro a 10.000 euro. Matteo Salvini, invece, vorrebbe introdurre un considerevole inasprimento:

  • la detenzione da 3 a 6 anni;
  • la multa da 5.000 euro a 30.000 euro;
  • la revoca del veicolo.

Molti esponenti del Movimento 5 Stelle hanno subito espresso il dissenso alla proposta dell’alleato di Governo, in quanto, a loro avviso, si tratterebbe di una misura poco utile, che colpisce più i consumatori che gli spacciatori. Secondo Mantero, esponente M5S, abolire la modica quantità legalmente detenibile non combatte le narcomafie ma, al contrario, le alimenta.

Per Salvini non c’è rischio di sovraffollamento delle carceri

Le misure annunciate da Matteo Salvini rievocano i contenuti della legge Fini-Giovanardi, considerata come una delle maggiori cause del sovraffollamento delle carceri italiane.

Tuttavia, il Ministro dell’Interno ha dichiarato che il ddl non acuirà il problema del sovraffollamento in quanto sono già previste nuove assunzioni per potenziare la Polizia penitenziaria. Salvini ha affermato che sono state già stanziate notevoli risorse economiche per migliorare gli stabili e gestire nuovo personale.

Da non sottovalutare, inoltre, gli effetti della Riforma della Giustizia voluta da Bonafede, che, secondo Salvini, porterà ad un concreto miglioramento della giustizia italiana.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Matteo Salvini

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.