Differenza tra fermo amministrativo e sequestro del veicolo

Fermo amministrativo e sequestro del veicolo sono misure diverse, ma in entrambe rendono inutilizzabile l’automobile. Vediamo cosa sono e differenza.

Differenza tra fermo amministrativo e sequestro del veicolo

Tra fermo amministrativo e sequestro del veicolo ci sono diverse differenze. Non sono la stessa cosa, anche se entrambe hanno come conseguenza l’inutilizzabilità dell’automobile o della moto, che però resta nella custodia del proprietario.

Il fermo è una misura temporanea, il sequestro invece è una misura cautelare che in genere porta alla confisca definitiva del mezzo in favore dello Stato.

Vediamo differenze e similitudini.

Fermo amministrativo: cos’è e come funziona

Il fermo amministrativo è una sanzione prevista dal Codice della strada che si applica quando il proprietario di un veicolo a motore non paga delle somme dovute, ad esempio il bollo. Il fermo è una pena accessoria, vale a dire che si aggiunge a quella principale che è di carattere pecuniario.

Chi riceve una cartella esattoriale dall’ex Equitalia o da altro ente ha l’obbligo di saldare il debito entro 60 giorni, decorso questo termine il veicolo viene sottoposto al fermo, vale a dire che non potrà essere utilizzato fino al pagamento delle somme dovute.

Durante il fermo non è possibile circolare e il veicolo deve essere custodito in un luogo lontano dal passaggio pubblico.

I fermi amministrativi valgono solo per debiti che superano l’importo di 800 euro.

Sequestro dell’automobile

Diverso dal fermo è il sequestro amministrativo. Questo è un provvedimento sanzionatorio con funziona cautelare, e si applica dopo la violazione di una norma di legge a cui consegue una sanzione economica (ad esempio il sequestro dell’auto in alcuni casi di ritiro della patente per tasso alcolemico superiore ai limiti).

Lo scopo del sequestro del veicolo è evitare che il proprietario possa utilizzarlo liberamente. Il sequestro è una misura temporanea e serve a coprire il lasso di tempo necessario ad ordinare la confisca del mezzo, che invece è definitiva in quanto si tratta di un espropriazione in favore dello Stato.

Durante il sequestro l’automobile resta comunque nella sotto la custodia del proprietario, che deve collocare la vettura in luoghi lontani dal pubblico.

Differenza tra fermo amministrativo e sequestro

Ora che abbiamo visto cos’è il fermo amministrativo e cos’è il sequestro del veicolo, tiriamo le somme sulle differenze tra le due sanzioni. Il fermo è una misura accessoria tipica delle violazioni del Codice della strada di carattere temporaneo. Il sequestro, invece, è una misura più seria con portata più ampia: non si applica solo ai casi di violazione del Codice dell strada ma, i generale, può essere la conseguenza di una norma di legge, ad esempio sequestro probatorio, conservativo e preventivo.

Per approfondire:

Argomenti:

Codice della strada

Iscriviti alla newsletter

Money Stories