Detassazione premi 2016: per le aziende novità sul deposito dei contratti

Detassazione premi 2016: quali sono le novità per il deposito dei contratti di secondo livello necessario per ottenere la detassazione dei premi di produttività?

Detassazione premi 2016, novità per le aziende: si semplifica la procedura per il deposito telematico dei contratti di secondo livello stipulati con le organizzazioni sindacali per ottenere la detassazione dei premi di produttività per l’anno 2016.

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato un comunicato sul sito cliclavoro.gov.it per informare le aziende che dall’8 giugno 2016 il deposito dei contratti di secondo livello potrà avvenire con qualsiasi utenza di Cliclavoro associata all’azienda.

Deposito telematico dei contratti: a cosa serve?

Il deposito telematico dei contratti di secondo livello è un adempimento a carico delle aziende previsto dal Decreto Interministeriale del 25 marzo 2016 che richiede il deposito telematico dei contratti di secondo livello al fine di fruire della detassazione dei premi.

Lo scopo del deposito telematico dei contratti di secondo livello è quello di monitorare le prassi applicate nelle singole imprese e di verificare la conformità delle stesse alle disposizioni di legge che consentono la detassazione dei premi.

Per ottenere le agevolazioni fiscali per i premi di produttività la partecipazione dei lavoratori agli utili e le misure di welfare aziendale contenute negli accordi sottoscritti nel corso del 2015 quest’anno il deposito telematico deve avvenire entro il 15 giugno 2016.

Deposito contratti: le ultime novità sulla procedura telematica

Dall’ 8 giugno 2016 l’invio del modello telematico necessario per il deposito del contratto potrà avvenire con qualsiasi utenza di Cliclavoro associata all’azienda.

In questo modo non è più necessario che l’utenza con cui viene effettuato il deposito sia associata al Legale rappresentate o all’Amministratore delegato dell’azienda interessata.

Per effettuare il deposito telematico l’azienda deve compilare il modello telematico riportando i seguenti dati:

  • i dati del datore di lavoro;
  • il numero dei lavoratori coinvolti;
  • le misure introdotte;
  • gli indicatori previsti per la misurazione dei parametri prefissati.

Il modello, con allegato il file del contratto in formato pdf, viene inviato telematicamente alla DTL competente.

In tal modo il datore di lavoro dichiara la conformità del contratto depositato ai principi fissati dalla Legge di Stabilità 2016 e dal Decreto Interministeriale 25 marzo 2016.

Argomenti:

Legge di Stabilità

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories