De Cecco vuole la Borsa (di nuovo), ma non sarà così facile

Anche De Cecco vuole la quotazione in Borsa. Per l’italiana però, lo sbarco sul mercato telematico azionario non sarà così semplice.

De Cecco vuole la Borsa (di nuovo), ma non sarà così facile

De Cecco vuole quotarsi in Borsa. Un desiderio già espresso diversi anni fa che ha sempre avuto difficoltà a realizzarsi.

Le nuove indiscrezioni sulla suddetta operazione, però, hanno aggiunto qualcosa di nuovo e probabilmente più concreto rispetto alle voci del passato.

Stando a quanto riportato dall’inserto Affari & Finanza di La Repubblica, lo sbarco di De Cecco sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana dovrebbe avvenire tra la fine dell’anno corrente e l’inizio del 2019.

La quotazione in Borsa della società, oggi nelle mani dell’omonima famiglia, non sarà però esente da problematiche di natura prevalentemente formale. Fino ad oggi lo sbarco sull’MTA di De Cecco è stato ostacolato anche dalla composizione della governance aziendale, con tre amministratori delegati appartenenti allo stesso, citato, nucleo familiare.

Stando a quanto si è appreso dalle più recenti indiscrezioni, i vertici sarebbero disposti a passare la palla ad un manager esterno che, prendendo in mano le redini dell’azienda potrebbe guidare De Cecco verso la quotazione in Borsa. In programma anche la revisione dei processi decisionali che supereranno la regola dell’unanimità e abbracceranno quella della maggioranza.

I precedenti tentativi di quotazione di De Cecco

Nell’ormai lontano 2009 la società ha tentato di approdare sul segmento Star senza però riscuotere alcun successo. In quell’occasione sono stati in molti a definire l’operazione come un’opzione avventata, ma soprattutto non sostenuta da adeguate condizioni finanziarie internazionali.

“Difficoltà e incertezza dei mercati azionari, dell’evoluzione della disciplina regolamentare di Consob e Borsa italiana relativamente al procedimento di quotazione scelto nonché dell’intenzione di rivedere e aggiornare lo statuto sociale di quotazione.”

Queste le criticità evidenziate nel 2009 dall’azienda.
De Cecco ha atteso con pazienza e, lo scorso anno, ha nuovamente discusso in Consiglio di Amministrazione l’eventualità di sbarcare in Borsa. Anche in questo caso, però, le cose non sono andate come previsto e l’operazione è naufragata.

Sembra ora che i tempi siano maturi per tentare nuovamente la quotazione sulla Borsa Italiana. Il 2018 sarà la volta buona per De Cecco?

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su De Cecco

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.