Cristiano Ronaldo alla Juve è possibile: il bilancio sorride ai bianconeri

La voce di Cristiano Ronaldo alla Juventus fa decollare il calciomercato: ecco perché i bianconeri possono permettersi il fuoriclasse portoghese.

Cristiano Ronaldo alla Juve è possibile: il bilancio sorride ai bianconeri

Cristiano Ronaldo alla Juvenuts è veramente possibile. Quando gli indizi iniziano a essere numerosi, la prova come ci insegnano i telefilm gialli inizia a prendere consistenza.

Dopo le voci delle scorse settimane che avevano più le sembianze delle classiche chiacchiere da ombrellone, la trattativa tra il club bianconero e CR7 adesso inizia invece a essere reale e già a buon punto.

A confermare i rumors su questo avvicinamento sono i quotidiani Marca (spagnolo da sempre vicino al Real Madrid) e A Bola (il principale portoghese), con il calciomercato della Juventus che così potrebbe prendere una svolta clamorosa.

Un matrimonio questo tra Cristiano Ronaldo e i bianconeri che, visto il buon stato di salute economico dei bianconeri, non è impossibile da poter realizzare a patto però che la Juve si liberi di alcuni degli ingaggi più onerosi che al momento deve sostenere.

Cristiano Ronaldo e la Juventus

Non è un mistero che Cristiano Ronaldo abbia deciso di voler cambiare aria. Dopo nove stagioni passate con la maglia del Real Madrid, il campione portoghese a 33 anni compiuti sarebbe alla ricerca di una nuova sfida.

I numeri di CR7 con i blancos sono impressionanti: 2 volte campione di Spagna, 4 Champions League vinte (tutte negli ultimi 5 anni), 3 Mondiali per Club e tutta una infinità di Coppe di Spagna e Supercoppe varie.

Il tutto condito da 450 gol in 438 partite ufficiali, di cui 105 in 101 presenze in Champions League. Statistiche queste che fanno di Cristiano Ronaldo, nonostante la non più giovanissima età, uno dei giocatori più forti (se non il più forte) al mondo attualmente in attività.

Una lunga serie di successi con il Real Madrid che però adesso potrebbe portare l’asso portoghese a cercare una nuova sfida. Un malumore questo conclamato tanto che sono almeno tre i club che si sono messi sulle sue tracce.

Il primo è il Manchester United di José Mourinho, sarebbe un ritorno nel caso, ma gli inglesi non sembrerebbero al momento essersi spinti oltre qualche sondaggio anche se le capacità economiche per imbastire una trattativa del genere di certo non mancano.

Poi c’è l’immancabile Psg che da tempo corteggia Cristiano Ronaldo. I parigini però hanno dei problemi con il Fair Play Finanziario e, dopo le follie dello scorso anno per Neymar e Mbappé, hanno meno libertà d’azione.

Infine c’è la Juventus, con la dirigenza che sarebbe pronta a un forte sforzo economico pur di assicurarsi un campione capace di poter riportare a Torino la Champions League.

I contatti con Jorge Mendes, procuratore di Ronaldo e anche di Cancelo fresco neo acquisto bianconero, sono in corso tanto che la Vecchia Signora può essere considerata in pole nella corsa al cinque volte Pallone d’Oro.

Operazione economicamente fattibile

Detto dei contatti in corso tra l’entourage di Cristiano Ronaldo e la Juventus, la trattativa potrebbe decollare nonostante gli alti costi che un’operazione del genere comporterebbe per le casse bianconere.

Le cifre che stanno girando in queste ore parlano di 100 milioni necessari per l’acquisto del giocatore e un contratto da 120 milioni netti per quattro anni. Tasse escluse, si tratterebbe di un esborso base di 220 milioni.

Nonostante che questo bilancio si dovrebbe chiudere per la Juve con un rosso di almeno 10 milioni, il club visti i conti più che virtuosi degli scorsi anni gode di un ampio margine di azione per quanto riguarda i parametri del Fair Play Finanziario.

In più ci sono da calcolare i tanti vantaggi in termini di immagine, quindi anche economici, che arriverebbero con l’acquisto di Cristiano Ronaldo. Il merchandising dei bianconeri, già in crescita nell’ultimo anno grazie alla gestione diretta, potrebbe far registrare una notevole impennata oltre a nuovi contratti pubblicitari che verrebbero immancabilmente siglati.

Questo però non toglie che per portare a termine a queste cifre l’acquisto la Juventus dovrà effettuare delle cessioni. Al momento Marotta infatti ha già speso circa 100 milioni tra riscatti (Douglas Costa e Caldara) e nuovi acquisti (Cancelo e Favilli).

Dal punto di vista delle partenze invece poco è stato fatto. In quest’ottica a breve ci dovrebbero essere delle accelerazioni per le cessioni dei vari Mandragora, Sturaro, Cerri e, forse, anche Marchisio.

Come far quadrare il bilancio

L’obiettivo della società in questo calciomercato è di non superare un rosso di 20 milioni nel rapporto tra acquisti e cessioni. Se si vuole spendere 100 milioni per Cristiano Ronaldo, altrettanti ne dovranno arrivare a prescindere dai soldi incassati dai vari esuberi che andrebbero a coprire quanto sborsato fino a ora.

Ecco dunque che Gonzalo Higuain dovrebbe essere di certo sacrificato ma questo non potrebbe bastare. Visto l’interessamento del Barcellona e l’arrivo di Emre Can, a lasciare Torino potrebbe essere anche Miralem Pjanic. In alternativa si parla pure di Daniele Rugani che piace al Chelsea.

Anche dal punto di vista del monte stipendi i 30 milioni netti a stagione che Ronaldo andrebbe a percepire potrebbero essere assorbiti. La fine del prestito di Howedes (2,5) e gli svincoli di Buffon (4), Asamoah (2) e Lichtsteiner (2,8) hanno già prodotto una riduzione di 11,3 milioni.

Vendendo Higuain (7,5), Pjanic (4,5), Marchisio (3,5), Pjaca (1) e Sturaro (1,5) la Juventus risparmierebbe altri 18 milioni. In teoria ecco che i 30 milioni da dare a Ronaldo sarebbero quasi del tutto coperti, con l’aumento del monte stipendi che sarebbe soltanto di 9 milioni visti i 6 milioni dati a Emre Can e i 3 milioni a Cancelo.

Dal punto di vista finanziario quindi la Juventus potrebbe piazzare il colpo Cristiano Ronaldo soltanto vendendo almeno due big: la trattativa non appare quindi impossibile, anche se il sentore è che molto dipenderà dalla volontà del campione portoghese.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Juventus Football Club S.p.A.

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.