Cosa si può fare sul balcone di casa: regole da rispettare

Sul balcone di casa, anche se è uno spazio di nostra proprietà, non possiamo fare quello che vogliamo. Ecco le regole da rispettare per non disturbare i vicini. Cosa si può e cosa non si può fare.

Cosa si può fare sul balcone di casa: regole da rispettare

Cosa si può fare sul balcone e cosa, invece, è vietato? Ora che la primavera è alle porte, chi possiede un balcone o un terrazzo è tentato di mangiare fuori, prendere il sole, ascoltare la musica, stendere i panni all’aperto e così via. Sul balcone di casa però non tutto è permesso: sono vietati i comportamenti che disturbano la quiete altrui o che possono risultare osceni (ad esempio stare nudi). Quindi, anche se il balcone è una porzione della casa, non valgono le stesse regole. Nei casi più gravi si rischia anche la denuncia da parte dei condomini o delle persone che vivono nel quartiere. Vediamo nel dettaglio cosa è permesso e cosa è vietato fare sul balcone.

Balcone di casa: posso cantare, suonare e mettere musica ad alto volume?

Tra i motivi più frequenti che generano liti e dissapori condominiali c’è la musica ad alto volume; sia in casa che sul balcone questa può disturbare enormemente gli altri condomini e anche il vicinato (se per esempio vengono usati degli amplificatori acustici). In verità la musica non è vietata in modo assoluto. Sul balcone si può cantare e suonare se vengono rispettate le regole del vivere in comune: volume moderato e fasce orarie lontane dal riposo (quindi non la sera tardi o subito dopo pranzo).

Ci sono però delle situazioni eccezionali in cui si è disposti a chiudere un occhio: durante questi lunghi giorni chiusi a casa per l’emergenza coronavirus, la musica ad alto volume sui balconi non può che essere un sollievo e un momento di divertimento e spensieratezza.

Si può fare la brace in balcone?

Organizzare grigliate e arrostire in balcone non è vietato in modo assoluto, ma la legge indica come criterio la “normale tollerabilità”. L’articolo di riferimento è il numero 844 del Codice civile sulle Immissioni, che vale sia per il fumo che per i suoni , e qui viene espressamente indicato che non bisogna superare la soglia della normale tollerabilità. Ovviamente questo è un indicatore soggettivo, quindi per non rischiare bisogna sempre usare buon senso, educazione e rispetto verso i propri vicini. Certamente è consentito grigliare qualche fetta di carne per la propria famiglia, ben diverso è allestire la brace per un gruppo di amici o per una festa privata.

Posso stendere i panni all’aperto?

Chi ha la fortuna di possedere un balcone vorrebbe sicuramente stendere i panni all’aria aperta. Ma attenzione perché non sempre questo è consentito. La risposta è nel regolamento condominiale. Generalmente stendere i panni in balcone è consentito, facendo attenzione a non sgocciolare al piano di sotto. Tuttavia in alcuni casi può essere espressamente vietato per preservare il decoro dell’edificio. Questo vale soprattutto per edifici situati in centro storico o di pregio artistico.

Piante e fiori sì, ma attenzione a non sgocciolare

Ogni condomino può personalizzare e abbellire il proprio balcone con piante e fiori, ma senza esagerare e senza sconfinare nella porzione di balcone altrui. Ci sono molti accorgimenti da rispettare: innanzitutto bisogna evitare di sgocciolare al piano di sotto o per strada quando si annaffia e poi occorre prendere tutte le precauzioni per il fissaggio di vasi e fioriere sulle ringhiere del balcone. In caso di caduta infatti, si rischia una denuncia per omicidio colposo o lesioni gravissime. Se il palazzo è di particolare pregio storico-artistico, il Comune potrebbe vietare di mettere piante e fiori sui balconi, oppure potrebbe indicare quale dimensione e quale tipo di fioriere utilizzare per non rovinare l’armonia dell’edificio. Chi infrange la regola rischia una denuncia per violazione del decoro urbano.

Prendere il sole in costume da bagno si può?

Altro dubbio comune è se si possa prendere il sole in balcone, magari anche in costume da bagno. In questo caso dobbiamo affidarci al buonsenso. Infatti un conto è vivere in un palazzo isolato, senza avere nessuno di fronte, un altro è abitare in un quartiere molto popolato. In quest’ultimo caso, senza dubbio prendere il sole in balcone come se si fosse al mare o in piscina può disturbare il pudore e la sensibilità altrui e in ogni caso compromette il decoro del condominio. Quindi fate attenzione: chi prende il sole in balcone potrebbe essere denunciato per Atti contrari alla pubblica decenza.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Condominio

Argomenti:

Condominio

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 1 settimana fa

Descrivo altri comportamenti molesti ed intolleranti, gettare il mobilio dal terrazzo, sparare petardi nelle prime ore del mattino, arrostire carne sotto ad un terrazzo con panni stesi, far finta di gestire un orto o un giardino in minigonna con il fondosc...all’aria o con vestiario aderente, fissare verso finestre e terrazzi, lasciare cibo abbandonato nell’area condominiale, origliare sotto al terrazzo di persone sconosciute, vessare e fissare un cane che si trova sul terrazzo, sbirciare sulla cassetta della posta cartacea di persone sconosciute, tentare di origliare verso la porta dell’alloggio di sconosciuti-e (gli occhielli esistono anche per questo), l’emergenza epidemiologica non è correlata a queste molestie sociali.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.