Cosa ci insegna Squid Game sulla gestione dei soldi

Gabriele Stentella

16/10/2021

01/12/2021 - 10:31

condividi

La popolarissima serie TV sudcoreana «Squid Game» può fornire interessanti spunti di riflessione su come gestire al meglio i propri soldi. Andiamo a vedere perché.

Squid Game è senza dubbio uno dei più grandi successi audiovisivi del 2021, considerando che tutti ne parlano anche chi non ha ancora avuto modo di vederla. Per lo più se ne parla per via della trama particolare e dei contenuti violenti quanto verosimili, ma pochi conoscono gli interessantissimi spunti che può fornire in tema di educazione finanziaria Squid Game.

La serie potrebbe sembrare l’ennesimo prodotto di genere distopico, ma non bisogna dimenticare che: a ispirare Squid Game sono stati i problemi contemporanei della Corea del Sud, economia da un lato molto sviluppata, ma dall’altro ancora interessata da forti disuguaglianze sociali.

Basti pensare che secondo dati OCSE la Corea del Sud al momento occupa l’11° posto tra le economie maggiormente sviluppate in termini di diseguaglianza. Negli ultimi anni l’indebitamento delle famiglie è cresciuto a dismisura, elemento che rischia di minare l’espansione economica del Paese. Per questo lo scorso 26 agosto la Banca centrale coreana ha scelto di alzare i tassi d’interesse, creando un precedente tra le economie maggiormente sviluppate.

Squid Game: i 7 insegnamenti che può darci

Vediamo quali sono i 7 insegnamenti che possono essere raccolti da Squid Game. Ovviamente questo breve decalogo non contiene anticipazioni o spoiler di alcun tipo riguardanti gli sviluppi della trama della serie.

1. Indebitamento virtuoso e indebitamento vizioso

Prima d’indebitarsi è bene eseguire un’attenta analisi dei costi e dei benefici del nostro debito. In poche parole, bisogna capire se il debito che stiamo contraendo possa o meno metterci in condizione di ripagarlo nel futuro.

Indebitarsi per avviare un’attività commerciale è ben diverso da indebitarsi per poter vincere alla lotteria. Un indebitamento vizioso è definito in questo modo anche se comporta l’accesso a un prestito mediante modalità non conformi alla legge. Ricordiamoci che rivolgersi a un usuraio è una pessima scelta sotto più punti di vista: in primo luogo, sul prestito saranno applicati tassi molto alti che determinano rate difficili da pagare; in secondo luogo, si sta pur sempre parlando di somme di denaro concesse da chi non si farebbero scrupoli a usare modi non legali per la restituzione del denaro.

2. Dare priorità al pagamento dei propri debiti

Quando ci si trova in una situazione d’indebitamento il primo pensiero dovrebbe essere quello di restituire quanto prima la somma prestata dai creditori. Può risultare un consiglio alquanto scontato, tuttavia nella vita quotidiana non sono pochi gli individui che non danno molto peso a questo aspetto.

Capita spesso che quando si presenta l’occasione di saldare i propri debiti si preferisca invece pensare al profitto personale, investendo le somme spettanti ai creditori in investimenti azzardati, per non dire scommesse sportive o attività di dubbia legalità. Prendendo, ad esempio, la trama di Squid Game, uno dei personaggi principali vince una somma di denaro che gli permetterebbe di estinguere un debito, ma anziché farlo preferisce rincorrere l’interesse personale, con un esito disastroso.

In conclusione, se ci si trova nella medesima situazione è bene anteporre il pagamento dei propri debiti a tutto il resto.

3. Diffidare di proposte troppo vantaggiose

Nella finanza esiste un assioma che potrebbe essere descritto così: «Se è troppo bello per essere vero, non lo è». Questo si riferisce a proposte d’investimento troppo vantaggiose per essere sostenibili, dato che presentano rendimenti troppo alti a fronte di un rischio molto basso.

Si tratta ovviamente di un meccanismo messo in atto quando si tenta di far cadere un risparmiatore in una frode di natura finanziaria. Nella serie TV questo tema si incarna nel gioco al quale partecipano i protagonisti, che sembra essere all’apparenza un’occasione d’oro, ma che invece nasconde un lato oscuro e un elevatissimo rischio.

Per questo è bene diffidare di chi offre possibilità di guadagno facile e in tempi rapidi senza rischio, perché sicuramente si tratta di una truffa che in alcuni casi può anche avere ripercussioni drammatiche sulla vita di chi vi cade.

4. Seguire la regola 50-20-30

Una buona soluzione per far fronte a spese impreviste o debiti troppo grandi è rappresentata dalla regola 50-20-30. In base a questa regola, per poter minimizzare i rischi rappresentati da spese improvvise o debiti troppo elevati bisgnerebbe destinare il proprio reddito nel seguente modo:

  • Il 50% alle spese essenziali;
  • Il 20% al risparmio o investimento per generare un’entrata passiva;
  • Il 30% alle spese ritenute superflue;

Ovviamente la porzione di capitale da destinare all’investimento deve essere allocata seguendo parametri precisi. In virtù di quanto enunciato nelle precedenti regole, è bene diffidare di chi propone investimenti con alti rendimenti a fronte di rischi bassi. Bisogna poi rivolgersi solo a intermediari finanziari autorizzati e valutare attentamente le potenzialità di questo investimento.

5. Diversificare gli investimenti

Per ricollegarci al discorso sugli investimenti, un’altra regola d’oro della finanza riguarda la diversificazione del proprio portafoglio di investimenti, che non dovrebbe essere riposto solo in una determinata attività.

Se si guarda ai grandi investitori si noterà che nel loro portafoglio azionario sono presenti centinaia - se non migliaia - di azioni e obbligazioni, in modo tale da ridurre il rischio di mercato e massimizzare il rendimento. Puntare su un solo asset potrebbe esporci al rischio di perdere l’intero capitale.

6. Riconoscere quando è il momento di chiedere aiuto

In Squid Game questo tema viene declinato in molteplici forme. Molti personaggi hanno difficoltà nel chiedere aiuto, sia per quanto riguarda la propria situazione finanziaria che su temi di altra natura in cui entrano in gioco dinamiche più personali.

Parlando in termini finanziari, la maggior parte delle richieste di aiuto da parte di soggetti sovraindebitati è presentata quando la situazione è ormai insostenibile. Tenere nascosti i propri problemi finanziari non è una scelta saggia, sia perché potrebbe incrinare i rapporti con chi ci sta intorno sia perché può generare pericolose spirali di debito, nelle quali un individuo può contrarre nuovi debiti solo per ripagare quelli precedenti. Alla luce di ciò, è dunque consigliabile chiedere aiuto già quando si presentano i primi campanelli d’allarme.

7. I soldi sono il mezzo, non il fine

Il finale della serie TV ci fornisce un ottimo spunto di riflessione riguardo le finalità del denaro e i problemi rappresentati da esso. Avere una situazione economica solida è senza dubbio importante, ma è bene ricordarsi che i soldi sono il mezzo con cui realizzare i nostri progetti, non il progetto stesso.

Questa considerazione può ovviamente risentire delle considerazioni personali, tuttavia se pensiamo a quanto ci mostra la serie TV è innegabile che tutti i partecipanti al gioco hanno bisogno del denaro per poter coronare i propri progetti, primo tra tutti quello di essere liberi dai debiti e dalla situazione di povertà. Il denaro è quindi un mezzo attraverso il quale raggiungere i propri scopo, non lo scopo ultimo.

Iscriviti a Money.it