Coronavirus, quanti passeggeri in auto? Cosa dice il decreto

Distanze di sicurezza anche in automobile. Chi deve uscire di casa in auto durante l’emergenza coronavirus deve rispettare il decreto: a bordo solo il guidatore e al massimo un altro passeggero.

Coronavirus, quanti passeggeri in auto? Cosa dice il decreto

Le misure di sicurezza contro il contagio della COVID-19 devono essere rispettate anche alla guida. Quante persone possono stare a bordo dell’automobile? Per rispettare a pieno le indicazioni delle Autorità, ogni automobile dovrebbe avere al massimo un passeggero, ovvero il guidatore. Infatti il decreto ministeriale prevede che le commissioni urgenti e necessarie, come fare la spesa o andare in farmacia, debbano essere svolte da un solo membro della famiglia per volta.

Tuttavia questo non sempre è possibile, basti pensare a chi non può lasciare i figli piccoli da soli a casa mentre esce per le commissioni domestiche. In questo caso è permesso viaggiare in due, ma il passeggero deve sedere sui sedili posteriori. Chi viaggia in tre o più persone rischia una denuncia per Inosservanza dei provvedimenti delle Autorità, con ammenda pari a 206 euro o l’arresto fino a tre mesi. Limiti anche i giri in moto: vietato girare in due perché sarebbe impossibile rispettare le distanze. Ovviamente queste misure di prevenzione non devono essere applicate tassativamente quando i passeggeri sono conviventi.

In questo articolo tutte le indicazioni per viaggiare in auto in sicurezza durante l’emergenza coronavirus, senza rischiare sanzioni.

Coronavirus, quanti passeggeri nella stessa auto?

La diffusione del coronavirus sta cambiando radicalmente le nostre abitudini. Per evitare il contagio la parola d’ordine è stare in casa, ma non sempre è possibile. Molte persone non hanno la possibilità di fare la spesa vicino la propria abitazione o di lavorare a casa, e quindi devono necessariamente prendere l’automobile. Ma quali sono le regole da rispettare in auto?

Anche alla guida ci si deve attenere scrupolosamente alle misure imposte, per questo è ammesso solamente il guidatore, al massimo il guidatore e il passeggero, sempre che sia strettamente necessario.

Spostamenti in auto, occorre l’autocertificazione

Non ci stancheremo mai di dire che l’invito delle Autorità è di stare in casa il più possibile. Gli spostamenti sono consentiti solo per tre motivi:

  • salute;
  • lavoro;
  • necessità (ad esempio fare la spesa).

Chi viene fermato dalle Forze dell’ordine deve compilare il modulo di autocertificazione dove attesta i motivi dello spostamento. In caso di falsa attestazione ci sono gravi conseguenze penali.

In macchina in tre: cosa si rischia

Attenzione a viaggiare in automobile in più di due persone, già in tre scattano le multe. E a nulla servirà dire alle Forze dell’ordine che si tratta di un piccolo spostamento di qualche minuto. Infatti, indipendentemente dalle ragioni che hanno spinto a prendere l’automobile, stare in tre o più persone non consente il rispetto della giusta distanze di sicurezza indicata dal decreto ministeriale, cioè almeno un metro. Chi non si attiene alle indicazioni rischia una denuncia per Inosservanza dei provvedimenti delle Autorità, ex articolo 650 del Codice penale, con ammenda di 206 euro o arresto per tre mesi; questo vale per ciascuno dei passeggeri, a meno che non siano minori. Attenzione: non si tratta di una semplice multa ma di un provvedimento penale, vale a dire che risulta sul casellario giudiziario personale e macchia la fedina penale.

Il senso di questa disposizione è fare in modo che meno persone possibile stiano fuori dalle loro abitazioni, affollando supermercati, farmacie e uffici pubblici.

Posso andare in moto in due?

Si può uscire di casa e prendere la moto per effettuare spostamenti nei casi indicati dal decreto (quindi lavoro, salute e necessità) ma è vietato passare a prendere un amico e fare un giro in due. Infatti in moto è impossibile rispettare le distanze di sicurezza. Questo non vale se i due passeggeri convivono nella stessa casa, anche se il decreto consiglia di limitare le uscite e di limitare gli spostamenti ad un solo membro della famiglia, ove possibile.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Coronavirus

Argomenti:

Coronavirus Reato

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.