Coprifuoco Milano: modifiche all’ordinanza sulla vendita di vino e alcolici dopo le 18

La nuova ordinanza emanata dal presidente della Lombardia Attilio Fontana salva vino e alcolici da asporto e venduti al supermercato dopo le 18. Qui le cose da sapere.

Coprifuoco Milano: modifiche all'ordinanza sulla vendita di vino e alcolici dopo le 18

Si potranno comprare vino e alcolici al supermercato dopo le 18, così come nei bar purché si consumino in luoghi privati: lo ha stabilito la “nuova” ordinanza firmata il 21 ottobre dal presidente della Lombardia Attilio Fontana. La Regione va così a modificare una misura contenuta nella precedente ordinanza che aveva sollevato diverse polemiche.

Ecco cosa cambia.

Covid Lombardia: la nuova ordinanza su alcol da asporto

La nuova ordinanza n. 623 del 21 ottobre (qui il testo) della Regione Lombardia stabilisce che si possono acquistare vini e alcolici al supermercato quando si fa la spesa dopo le 18, ma anche in bar e ristoranti. L’importante è che non vengano consumati all’esterno, ma portati a casa.

Viene ribadito il divieto di consumare bevande su aree aperte al pubblico dalle 18.00 alle 5.00; è sempre vietato consumare bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nei luoghi pubblici, compresi parchi, ville e giardini.

Le altre modifiche

Anche altri articoli sono stati modificati. Sono stati “graziati” i negozi di fiori, che non dovranno più chiudere nei weekend.

Restano sospese tutte le gare e le competizioni riconosciute di interesse regionale, provinciale o locale da CONI, CIP e altri enti sportivi. Gli sport di contatto dilettantistici possono essere svolti in forma individuale.


Per quanto riguarda le attività scolastiche, il nuovo testo prevede che le scuole secondarie di secondo grado e gli istituti formativi professionali debbano realizzare le proprie attività in modo da assicurare lo svolgimento delle lezioni con la didattica a distanza per tutta la classe, qualora siano già nelle condizioni di effettuarla e fatti salvi eventuali bisogni educativi speciali. Agli istituti che ancora non si sono adeguati viene raccomandato di organizzarsi per la DAD nel minor tempo possibile e nel frattempo di differenziare gli orari di entrata. Le attività di laboratorio possono essere svolte in presenza.

Le nuove disposizioni restano in vigore dal 22 ottobre fino al 13 novembre 2020.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories