Contributi figurativi Naspi: abbassano l’importo della pensione?

Lorenzo Rubini

14 Dicembre 2020 - 15:19

condividi
Facebook
twitter whatsapp

I contributi figurativi accreditati con la Naspi possono, in qualche modo, danneggiare l’importo della futura pensione?

Contributi figurativi Naspi: abbassano l'importo della pensione?

Il periodo di disoccupazione indennizzato con la Naspi è utile ai fini del pensionamento visto che durante le percezione della misura al lavoratore vengono riconosciuti contributi figurativi. Una domanda lecita che ci si può porre, però, è : visto che l’importo della Naspi nella maggior parte dei casi è inferiore a quello della retribuzione imponibile, i contributi derivanti dalla Naspi possono abbassare l’importo spettante di pensione?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno volevo sapere se i due anni di naspi per arrivare alla pensione anticipata ,(42,10 )mesi abbassano l’importo della pensione.”

Contributi figurativi Naspi

I contributi figurativi della Naspi sono utili sia al raggiungimento dei requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia che di una qualsiasi pensione anticipata (con l’esclusione dell’opzione donna).

I contributi figurativi in questione, però, possono influire negativamente sull’importo della pensione poichè l’accredito riconosciuto ha dei limiti e soprattutto se la retribuzione percepita dal lavoratore è stata molto alta i contributi figurativi non eguaglieranno i contributi effettivi.

In una recente circolare, infatti, L’INPS ha chiarito che la contribuzione figurativa derivante dalla Naspi è riconosciuta entro un limite di retribuzione non superiore a 1,4 volte l’importo limite mensile della Naspi (fino a 1820 euro mensili, quindi).
Ricordiamo che in ogni caso i contributi dell’indennità di disoccupazione vanno a colpire solo la quota retributiva della pensione, quella che si basa sugli ultimi 5 o 10 anni di attività lavorativa, mentre non hanno alcun effetto negativo sulla quota contributiva.

In ogni caso la giurisprudenza mette a disposizione del lavoratore la possibilità di sterilizzare i contributi dannosi per la pensione tramite la neutralizzazione dei contributi che è attuabile, però, solo per gli anni di contributi eccedenti a quelli richiesti per il pensionamento.

Se, ad esempio, quindi, lei possiede 44 anni di contributi e vuol sterilizzare i contributi figurativi della Naspi, potrà farlo solo su 1 anno e 2 mesi di contributi (quelli eccedenti i 42 anni e 10 mesi).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories