Consumi e Natale: quanto pesano le feste in bolletta?

22 dicembre 2020 - 17:55 |
22 dicembre 2020 - 18:11 |

Le feste di Natale incidono sulle nostre bollette? Andiamo a fare chiarezza sui consumi nel periodo delle feste e scopriamo alcune strategie per non sprecare energia.

Consumi e Natale: quanto pesano le feste in bolletta?

Le festività natalizie incidono sulla bolletta energetica? La risposta è “assolutamente sì”, dal momento che durante le feste ci sono tantissimi piccoli gesti che apportano un maggiore consumo di energia. Luci dell’albero sempre accese, un maggiore uso della lavastoviglie e del piano cottura, canzoni di Natale per lunghe ore possono comportare un incremento dei costi e soprattutto uno spreco maggiore di energia.

Siete sicuri di sapere quanto pesano le feste di Natale in bolletta? Andiamo a scoprire qualche dato in più sui consumi nel periodo natalizio, in modo da avere chiaro qual è l’impatto di ogni nostra azione non solo sul nostro conto, ma anche sul Pianeta.

Consumi e Natale: quanto pesano le feste in bolletta?

Natale è ormai arrivato e sebbene in questo 2020 sarà diverso dal solito, nessuno vuole rinunciare alla magia delle feste. Ma quanto costa questa magia? Quanto incideranno le nostre abitudini natalizie sui consumi del mese di dicembre? Andiamo a fare un po’ di chiarezza.

Come da tradizione dall’8 dicembre fino al 6 gennaio nelle case degli italiani sarà presente, insieme al presepe, il classico albero di Natale con luci, palline e addobbi. Proprio le lucine dell’albero di Natale sono una delle voci che incide sulla bolletta e di conseguenza sui consumi. Si è calcolato che un filo di 300 luci (una misura standard) consuma in media 17 kWh per 30 giorni di accensione, un dispendio energetico che si aggiunge ai normali consumi.
Sebbene le lucine di Natale contribuiscano a creare l’atmosfera magica di questo periodo hanno anche un impatto molto pesante sull’ambiente. Un problema che però può essere risolto utilizzando luci LED che offrono anche un minore impatto per quanto riguarda l’emissione di CO2.

In generale nel periodo delle feste i consumi energetici aumentano del 30% e a pesare sono non solo gli addobbi luminosi di casa, ma anche il maggior utilizzo di elettrodomestici da cucina. Per preparare cene e pranzi per molte persone in questo periodo infatti si utilizzano di più non solo i fornelli e il forno, ma anche la lavastoviglie. Un lavaggio della lavastoviglie consuma in media 2.5 kWh, dato che scende con i modelli nuovi che invece consumano intorno a 1.8 kWh. Un dato che incide sulla bolletta nel periodo natalizio dato l’aumento dei lavaggi dovuti ai maggiori coperti a tavola.
Proprio in cucina si deve fare attenzione a non usare in modo errato gli elettrodomestici, soprattutto il forno. Un forno elettrico a 180° consuma 800 Wh nei primi 20 minuti di accensione, mentre in un’ora il consumo solo 1000 Wh e in un’ora e mezza 1500 Wh. Ciò vuol dire che è bene evitare di accendere il forno per poco tempo, dal momento che i consumi di questo elettrodomestico peseranno sulla nostra bolletta.

Anche le spie di stand-by in questo periodo dell’anno implicano un maggiore consumo di energia, la macchinetta del caffè sempre accesa, le maggiori ricariche dei dispositivi mobile, le console messe in pausa portano ad un aumento dei consumi. Lo stand-by dei dispositivi elettronici nella nostra casa incide intorno all’8% sulle nostre bollette. Un’analisi del team di E.ON ha mostrato che, a causa di queste spie sempre accese, ogni famiglia spreca in media 2400 kWh ogni anno, kWh che potrebbero invece essere risparmiati semplicemente prestando un po’ di attenzione.
Si dovrà quindi stare attenti a queste piccole spie accese, soprattutto nel periodo delle feste, così da evitare un maggiore consumo di energia e maggiori danni a livello ambientale.

Il natale può quindi portare brutte sorprese in bolletta, dal momento che i consumi potrebbero aumentare. Scegliere un fornitore in abbonamento permette di evitarle e di godersi la magia delle feste in modo del tutto rilassato, ovviamente sempre avendo una sguardo attento a non sprecare energia inutilmente. Sottoscrivendo un abbonamento con NeN non rischierete brutte sorprese a Natale, dal momento che il prezzo dell’energia con questo fornitore è sempre fisso.

NeN propone infatti dei veri e propri abbonamenti che offrono una bolletta fissa, anche nel mese di dicembre, quando i consumi tendono a salire a causa delle feste. Scegliendo questa soluzione la bolletta di dicembre non sarà una sorpresa, dal momento che l’abbonamento sottoscritto permetterà di avere un costo standard anche per il mese delle feste natalizie.
Inoltre con questo abbonamento farete del bene non solo al vostro portafoglio, ma anche all’ambiente dal momento che l’energia che sarà portata nella nostra casa sarà 100% green. Un ottimo modo per dire addio alle pesanti bollette di Natale e per aiutare Madre Natura.

Come evitare sprechi di energia a Natale? Alcuni consigli

Evitare di sprecare energia nel periodo natalizio è però possibile, soprattutto se si fa attenzione e si seguono alcuni piccoli consigli. Per aiutarvi ad essere più green e soprattutto evitare brutte sorprese in bolletta vi consigliamo di attuare queste piccole attenzioni:

  • non lasciate le luci accese mentre siete fuori casa: le luci di Natale sono belle e creano la giusta atmosfera, ma come abbiamo visto consumano anche molta energia. Evitate quindi di lasciare le luminarie accese quando non siete in casa, in modo da ridurre il consumo di corrente e fare del bene all’ambiente;
  • scegliete luci a LED: scegliendo luminarie con LED potrete consumare meno energia, ma illuminare la casa e l’esterno dell’appartamento con la stessa efficacia.
  • evitate lo stand-by: non lasciate i vostri elettrodomestici in pausa, ma cercate sempre di spegnerli, in modo che non continuino a consumare corrente mentre non li utilizzate. Molto utili in questi casi le ciabatte multipresa con interruttore;
  • attenzione in cucina: per riuscire a ridurre i consumi di gas ed elettricità ai fornelli cercate di sfruttare il calore del forno anche una volta spento, magari per scaldare qualche pietanza prima di portarla in tavola. Se avete fornelli a induzione ricordate che continueranno a rilasciare calore anche dopo esser stati spenti e che quindi potrete sfruttare questo calore per gli ultimi minuti della cottura;
  • lavastoviglie solo a pieno carico: con più persone sedute a tavola Natale porta ad avere un maggiore uso della lavastoviglie, che incide sul consumo in bolletta. Fate attenzione a usare sempre la funzione “risparmio energetico” e soprattutto non usate questo elettrodomestico per poche stoviglie, in modo da evitare sprechi di energia e acqua.

Fare attenzione agli sprechi di energia dovrebbe essere un obiettivo di tutti i giorni, ma soprattutto a Natale, con l’incremento dei consumi, è bene avere un maggiore controllo della situazione. Vi ricordiamo che risulta molto importante anche avere ben chiaro il tipo di energia che si utilizza e per fare del bene all’ambiente avere un fornitore di energia green sarà la soluzione migliore. Ricordiamoci che a Natale siamo tutti più buoni, anche con madre natura.

In collaborazione con NeN

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories