Coronavirus: da UE investimenti per 37 mld. von der Leyen, aiuteremo Italia

Nuovi investimenti, aiuti agli Stati membri e flessibilità nella disciplina di bilancio. Questo il quadro che emerge dalla conferenza stampa del presidente della Commissione Ue Von der Leyen.

37 miliardi di euro. A tanto ammonta il fondo istituito dalla Commissione europea destinato a fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Lo ha annunciato il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen nel corso di una conferenza stampa.

Dopo l’intervento a gamba tesa messo a segno ieri dal n.1 della Banca Centrale Europea Christine Lagarde, che ha di fatto mandato in pensione il “Whatever it Takes” di Mario Draghi affermando che non è compito della BCE “chiudere gli spread, ci sono altri strumenti e altri attori per gestire queste situazioni”, i rumor su nuovi interventi da parte delle autorità europee nel corso della seduta hanno sostenuto la ripresa dei listini azionari.

In particolare, il Ftse Mib ha chiuso l’ultima seduta dell’ottava con un rialzo del 7,12% a 15.954,29 punti mentre il differenziale di rendimento Italia-Germania ha perso circa 20 punti rispetto ai ieri attestandosi a 239,4 punti base.

Le misure della Commissione Ue contro il Coronavirus

Oltre ai 37 miliardi euro di fondi destinati ad iniziative di investimento, Ursula von der Leyen ha fatto sapere che la Commissione europea è pronta a garantire agli stati membri, leggasi Italia, flessibilità per quanto riguarda gli aiuti di Stato e la disciplina di bilancio.

In aggiunta a questo, l’esecutivo comunitario ha annunciato che garantirà 8 miliardi di prestiti a 100 mila aziende per aiutarle a superare il difficile momento.

“Sono convinta che l’Unione europea sia in grado di resistere allo shock attuale”, ha detto von der Leyen.

Quello attuale è un momento cruciale: ogni Paese membro “deve assumersi le propria responsabilità” e le autorità europee devono essere “determinate, coordinate e unite".

von der Leyen: Daremo all’italia tutto ciò che serve

Per quanto riguarda il nostro Paese, il più colpito dall’emergenza, la presidente ha fatto sapere che la Commissione “è pronta ad aiutare l’Italia qualsiasi cosa serva”.

“Il grave sconvolgimento all’Italia creato dal Coronavirus farà sì che la Commissione autorizzi un’ampia serie di aiuti di Stato per rimediare a questa situazione”.

La Commissione è inoltre pronta a proporre al Consiglio di attivare la clausola di crisi per accomodare un sostegno fiscale più generale.

La linea espressa da von der Leyen non si discosta dai contenuti della lettera inviata al ministro dell’Economia italiano dai commissari Dombrovskis e Gentiloni.

“Ogni misura ’una tantum’ sulla spesa, decisa in relazione alla risposta alla pandemia, sarà esclusa per definizione dal computo del deficit strutturale” e di queste spese non sarà tenuto conto “quando si valuterà la conformità con lo sforzo fiscale richiesto nell’ambito delle regole esistenti”.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories