Come investire indirettamente in Apple

Esistono tre società adatte per investire nel successo di Apple senza puntare direttamente sul titolo azionario della casa di Cupertino.

Come investire indirettamente in Apple

Come investire nel successo di Apple, una delle aziende a più alta capitalizzazione nel mondo, senza comprare direttamente le azioni della società?

Ogni titolo azionario di Apple, al momento, vale circa 175 dollari, una quantità di denaro non indifferente per un investitore privato che desidera puntare sulla forte crescita dell’azienda di Cupertino.
Per questo motivo è possibile, piuttosto, puntare sul successo delle società fornitrici di Apple, il cui valore è direttamente correlato all’ascesa della mela morsicata.

Perché investire indirettamente nelle azioni di Apple

Nonostante la lieve flessione registrata nel 2018, negli ultimi anni le azioni Apple sono salite vertiginosamente: +50% nel 2017, +265% nei tre anni precedenti e +8.000% negli ultimi 10 anni. Per metterla sotto un’altra prospettiva, nel mese di luglio 2002 le azioni Apple valevano circa $7 l’una. Se avessi investito $10.000, avresti potuto acquistare circa 1.429 azioni che oggi varrebbero più di $894.000.

Apple ha fatto molta strada rivoluzionando diversi settori nell’ultimo decennio: iTunes ha cambiato l’industria musicale, l’iPhone ha cambiato per sempre il settore delle telecomunicazioni e l’iPad ha creato un mercato completamente nuovo. La società è ormai iconica e con il mercato dei tablet ancora in forte espansione, il titolo Apple potrebbe registrare ulteriori rialzi nei prossimi mesi o anni.

Il problema è che le azioni della casa di Cupertino non valgono più 7 dollari. La soluzione: investire nei fornitori di Apple. Di seguito elenchiamo alcune società che dovrebbero trarre profitto dal successo di Apple e potrebbero essere un’opzione di investimento più redditizia per gli investitori privati.

Qualcomm (QCOM)

Con una capitalizzazione di mercato di circa $70 miliardi, Qualcomm è un fornitore molto importante nel settore tecnologico. La società fornisce ad Apple chip per i processori inseriti in prodotti come iPhone e iPad. Un report pubblicato da Forbes afferma che Qualcomm guadagna circa $23,54 per ogni iPhone venduto.

Qualcomm ha un prezzo ragionevole a poco meno di $60 per azione. Questa potrebbe essere un’ottima occasione per puntare indirettamente sul successo di Apple. La società ha restituito oltre il 350% negli ultimi 10 anni e circa il 27% negli ultimi tre anni.

Skyworks Solutions (SWKS)

Con sede a Woburn, nel Massachusetts, Skyworks Solutions è stata fondata nel 1962 e produce semiconduttori per una vasta gamma di dispositivi. Apple è il maggiore acquirente di semiconduttori con circa 24 miliardi di dollari di spesa.
Il titolo di Skyworks è aumentato del 715% negli ultimi 10 anni.

Akamai (AKAM)

Fondata dai professori della nota università MIT, l’azienda fornisce servizi di infrastruttura back-end e software per diversi grandi clienti, come la US Security and Exchange Commission, Toyota Motors, NFL e Morgan Stanley, solo per citarne alcuni. Akamai è stata fondata nell’aprile del 1999 e da allora è diventata una forza dominante nel settore.

La società fornisce ad Apple supporto infrastrutturale per la gestione dei contenuti, QuickTime Streaming Operations e download di software per il sito Web di Apple. L’azienda di Cupertino, avendo previsto che Akamai sarebbe diventata un partner vitale già nel 1999, ha investito 12,5 milioni di dollari per una quota del 5% circa della società.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Apple Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.