Come diventare carabiniere: concorso, studi e requisiti per entrare nell’Arma

Chiara Ridolfi

17 Marzo 2021 - 16:22

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Come si entra nell’Arma dei carabinieri? Di seguito vediamo l’iter, le prove e i requisiti per diventare carabiniere semplice o ufficiale.

Come diventare carabiniere: concorso, studi e requisiti per entrare nell'Arma

In Italia per diventare carabiniere è necessario superare un concorso pubblico al quale si ha accesso soltanto dopo aver percorso un determinato periodo di studi e nel rispetto di alcuni requisiti.

Il concorso pubblico per entrare nell’Arma dei carabinieri è aperto ai cittadini italiani in possesso di un diploma di maturità: non è necessario aver conseguito un particolare titolo di studi universitario, mentre risulta necessario rispettare i requisiti richiesti, tra i quali uno dei fondamentali è l’assenza di condanne penali e procedure penali in corso. Inoltre è necessario anche rientrare in specifici requisiti fisici, che approfondiremo di seguito.

Per l’accesso all’Arma bisogna rispettare quindi un iter ben preciso, che differenzia in base al ruolo che si vuole ricoprire e soprattutto al grado. Di seguito andremo a chiarire come diventare carabiniere e quali sono gli iter da seguire per ogni posizione che si vuole ricoprire. Una guida completa che vi permetterà di comprendere meglio in che modo entrare nell’Arma, quale tipo di studio risulta necessario e quali sono i requisiti indispensabili.

Come diventare carabiniere: i requisiti fisici

Prima di vedere le modalità di accesso all’Arma dei Carabinieri è bene avere ben chiari i requisiti fisici necessari per poter essere ammessi.
Sebbene sia stato abolito il limite d’altezza minimo per poter accedere alle Forze dell’Ordine vi sono comunque dei parametri fisici ben chiari da rispettare, dal momento che per entrare nell’Arma dei Carabinieri si tiene conto della massa magra.

Il Regolamento, approvato il 2 gennaio 2015, indica che per la valutazione dell’idoneità fisica del candidato si deve prendere in considerazione la composizione corporea, la forza muscolare e la massa metabolicamente attiva.
I parametri variano tra aspiranti carabinieri uomini e donne e sono i seguenti:

  • uomini: percentuale di massa grassa nell’organismo non inferiore al 7% e non superiore al 22% e forza muscolare non inferiore al 40%;
  • donne: non inferiore al 12% e non superiore al 30% e forza muscolare non inferiore al 28%.

Di seguito potete trovare tutte le indicazioni dell’Arma dei Carabinieri sulla valutazione dei parametri fisici e psichici per poter diventare carabiniere.

Requisiti fisici carabinieri

Requisiti di base per entrare nell’Arma dei Carabinieri

Ora che abbiamo visto quali sono i requisiti fisici per accedere all’Arma, passiamo a dare uno sguardo ai requisiti di base che si devono avere per poter prendere parte ai concorsi. I requisiti preliminari per diventare carabinieri sono i seguenti:

  • non avere procedimenti penali in corso e avere la fedina penale pulita;
  • essere in possesso della cittadinanza italiana;
  • avere un’età compresa tra i 17 e i 26 anni (limite d’età elevato a 28 anni per i militari che affrontano il concorso);
  • essere in possesso del diploma di maturità;
  • aver superato gli accertamenti fisici, psichici e sanitari richiesti.

Solo essendo in possesso di tutti questi requisiti e di quelli fisici si potrà infatti accedere al concorso e poter così provare a entrare nell’Arma.

Come diventare carabiniere: studi e concorso

Come abbiamo accennato per diventare carabiniere non è necessario essere in possesso di un diploma di laurea in giurisprudenza. Il titolo di studio necessario per accedere al concorso pubblico varia in base alla posizione e al grado per il quale si concorre.

Per poter accedere all’Arma in ogni caso è previsto il superamento di un concorso pubblico, composto da prove differenti in base al grado che per il quale si concorre, ma generalmente è prevista una prova scritta, una prova di efficienza fisica e accertamenti sanitari e attitudinali.
Anche se non è previsto il conseguimento di un particolare titolo di studi universitario, la valutazione dei titoli conseguiti è parte del concorso per diventare carabiniere e può fornire punteggio aggiuntivo in sede di compilazione della graduatoria.

Le procedure per diventare carabiniere sono due: si può concorrere per diventare carabiniere semplice o ufficiale. Anche per i passaggi di grado è previsto il superamento di un concorso, che può essere interno oppure pubblico.

I ruoli dell’Arma per i quali si può concorrere sono:

  • Appuntati: carabiniere, carabiniere scelto, appuntato, appuntato scelto.
  • Sovrintendenti: Vicebrigadiere, brigadiere, brigadiere capo.
  • Ispettori: Maresciallo, maresciallo ordinario, maresciallo capo, luogotenente, sostituto ufficiale di pubblica sicurezza, maresciallo aiutante.
  • Ufficiali: sottotenente, tenente capitano, maggiore, tenente colonnello, colonnello, generale di brigata, generale di divisione, generale di corpo d’armata.

Vediamo insieme quali sono le procedure per diventare carabiniere semplice o ufficiale.

Come diventare carabiniere semplice: la procedura

Per diventare carabiniere semplice bisogna trascorrere un anno come volontario dell’esercito ed essere in possesso di licenza media inferiore.
Soltanto dopo il periodo come volontario si può presentare richiesta per l’ammissione e per frequentare il corso attitudinale per allievi carabinieri.
Il corso da allievo dura 6 mesi e prevede lo svolgimento di esercizi fisici e di lezioni teoriche tenute da ufficiali.

Durante le lezioni teoriche vengono affrontate le discipline che saranno poi oggetto dell’esame finale, ovvero: diritto processuale, diritto penale, tecniche della circolazione stradale e tecniche di polizia giudiziaria.

Soltanto con l’esito positivo del concorso finale si diventa carabiniere semplice. Per diventare invece ufficiale bisogna superare un concorso diverso e più complesso.

Come diventare carabiniere ufficiale: titolo di studi e prove del concorso

Per poter entrare nell’Arma come carabiniere ufficiale è prevista una procedura differente. Il titolo di studi richiesto per poter partecipare al concorso pubblico di selezione è il diploma di maturità. Il concorso in questo caso è composto da più prove:

  • esame di cultura generale;
  • tema scritto;
  • prova orale;
  • prova scritta;
  • prova di lingua straniera;
  • prova di informatica;
  • prova di attitudine psico-fisica.

Nelle prove scritte si testeranno le competenze del candidato su temi di cultura generale, logica e conoscenza della lingua italiana. Elementi che saranno anche oggetto del colloquio orale a cui si dovrà sottoporre l’aspirante ufficiale.
Per le prove fisiche invece verranno richiesti piegamenti, corsa piana 1000 metri e salto in alto, prove a cui il candidato potrà aggiungere trazioni alla sbarra e salto in lungo per mostrare le proprie capacità.

Il superamento del concorso permette di accedere al corso dalla durata di due anni. Al termine del corso si consegue il grado di sottotenente e anche per i successivi passaggi di grado e avanzamento di carriera all’interno dell’Arma bisogna superare un concorso pubblico oppure interno.

Per prepararsi al concorso vi sono moltissimi libri di quiz e test che permetteranno agli aspiranti Carabinieri di esercitarsi sulle prove d’esame e testare le proprie capacità, in modo da arrivare pronti alla prova d’esame.

Arrivare preparati al giorno dell’esame pubblico è un ottimo modo per riuscire a superare le prove, che spesso mettono a dura prova i candidati.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories