Come aprire un negozio Yamamay in franchising: la guida pratica

Claudio Garau

27 Dicembre 2021 - 18:30

condividi

Aprire un negozio Yamamay in franchising non è affatto complicato, ma occorre sapere come funziona il meccanismo e quali sono i requisiti da rispettare e le caratteristiche del punto vendita.

Come aprire un negozio Yamamay in franchising: la guida pratica

Nelle affollate vie delle grandi città, e non solo, è oggi possibile trovare con facilità uno dei negozi Yamamay, un brand giovane, ma che nei suoi primi vent’anni di vita è riuscito a consolidare notevolmente la sua immagine in Italia e nel mondo.

Due tratti caratteristici del marchio sono rappresentati dall’esperienza imprenditoriale e dal know-how tutto italiano: grazie a ciò Yamamay ha saputo rafforzarsi nel corso del tempo e compiere una costante crescita nel mercato. Ecco perché chi sceglie Yamamay, opta per un’azienda affidabile e di successo.

In particolare, è interessante chiedersi come aprire un negozio Yamamay in franchising e quali requisiti occorre avere per farlo. Di seguito daremo tutte le informazioni rilevanti, in modo da sgomberare il campo da ogni possibile dubbio e da dare all’imprenditore interessato tutti gli elementi per fare una prima valutazione circa il percorso di affiliazione. Facciamo chiarezza.

Come aprire un negozio Yamamay: il contesto di riferimento

Come indicato nel sito web ufficiale,“ Yamamay è leader italiano nella produzione e distribuzione di prodotti di intimo, lingerie, pigiameria e moda mare”.

Tratti distintivi dell’azienda sono rappresentati da quanto segue:

  • cura per il dettaglio e l’estetica dei prodotti;
  • costante innovazione;
  • comodità e portabilità dei capi;
  • linee di prodotti glamour e colorati, destinati a durare nel tempo;
  • progettazione e creazione dei prodotti nel rispetto dei principi dell’eco design.

Ma il punto forte di Yamamay, oggi popolarissimo marchio di biancheria intima per donna, uomo e bambino, è da rintracciare nella filosofia che è alla base della sua strategia di marketing: ossia offrire al pubblico una ampia gamma di prodotti di qualità a prezzi assai competitivi. Vero è che detta scelta sta ripagando l’azienda in modo considerevole, in quanto attualmente - nel suo settore - è una delle più gettonate dal pubblico, anche in considerazione del vasto assortimento dei prodotti proposti.

In Yamamay è molto importante non soltanto la funzionalità di quanto venduto ma anche il ridotto impatto sull’ambiente e sulle persone. Analogamente viene dato rilievo alla trasparenza delle attività aziendali e, specialmente nei confronti degli stakeholder, l’azienda ha scelto di pubblicare il Bilancio di sostenibilità a partire da quello relativo all’anno 2019.

Considerare l’idea di aprire un negozio Yamamay in franchising è opportuno anche in ragione del fatto che l’azienda intende sempre dare il miglior servizio possibile per garantire una customer experience di successo, focalizzata a stabilire una solida relazione nel corso del tempo tra i clienti e il mondo Yamamay.

Alcuni numeri spiegano molto velocemente perché quest’azienda è da ritenersi ai vertici dell’imprenditoria italiana: Yamamay è presente nel mondo in ben 44 paesi con ben 603 negozi.

Altro elemento interessante è rappresentato dalla percentuale di dipendenti con contratto a tempo indeterminato, ben il 73%. Ciò è un chiaro segnale della robustezza dell’azienda e della sua capacità di progettare il futuro.

Inoltre, come indicato nell’ultimo Bilancio di sostenibilità: “L’inclusività, il rispetto e la valorizzazione delle persone sono gli elementi fondamentali su cui fondiamo il nostro rapporto con il capitale umano, le comunità locali, i fornitori e tutti coloro con cui collaboriamo”. Ecco perché il percorso di affiliazione con il marchio merita considerazione, ed ora lo vedremo da vicino.

Come aprire un negozio Yamamay in franchising: meccanismo e supporto dell’azienda

Più di 460 affiliati in Italia e 100 nel mondo hanno già optato per la formula di franchising Yamamay. Le linee guida aziendale in tema di affiliazione indicano che la finalità è quella di conservare un equilibrato sviluppo geografico della rete di distribuzione, con l’individuazione di location che abbiano le opportune potenzialità commerciali, assicurando al franchisee un alto livello di supporto, per quanto attiene sia alla fase iniziale o di start-up dell’attività sia alla fase successiva, nel corso della gestione quotidiana del punto vendita.

Ogni punto vendita della catena Yamamay è collegato in modo telematico con il datacenter Inticom, il quale gestisce la logistica ed il magazzino della stessa Inticom e dei vari punti vendita, assicurando il riassortimento automatico delle scorte. Per questa via, sono gestite efficacemente queste ultime, migliorando il fattore redditività.

Da notare che l’azienda consente l’utilizzo pieno e gratuito del marchio Yamamay, una volta stipulato il contratto di franchising con l’affiliato. La durata minima del contratto di franchising pari a cinque anni, ed è importante ricordare che l’accordo non comporta il pagamento di royalties o diritti d’ingresso di alcun tipo.

In particolare, per i negozi localizzati in Italia il franchisee deve rilasciare, a titolo di garanzia, una fideiussione bancaria a prima richiesta a favore di Yamamay del valore pari a 35.000 euro. Invece, per i negozi situati in un paese straniero, serve una lettera di credito in stand-by irrevocabile e confermata da una primaria banca italiana del valore di 50.000 euro. Ciò è chiaramente indicato nel sito web ufficiale dell’azienda.

Inoltre, l’imprenditore Yamamay è da ritenersi il responsabile unico dell’attività e dello sviluppo della stessa a livello locale. Egli non ricopre meramente un ruolo di vendita, bensì si tratta di un imprenditore a tutti gli effetti, con precisi compiti gestionali individuati nel contratto di franchising.

In ogni caso, l’azienda garantisce ai propri affiliati un supporto costante, dando loro una gamma estesa di servizi di assistenza e formazione, fin dall’inizio del rapporto. In particolare, il supporto è previsto in 3 fasi diverse:

valutazione:

  • assistenza nella ricerca e selezione delle posizioni commerciali;
  • individuazione ed approvazione del punto vendita;
  • verifica congiunta della fattibilità tecnico-economica dell’investimento.

avvio dell’attività:

  • formazione interna in azienda con corsi ad hoc, su vendita e conoscenza del prodotto, visual merchandising, competenze informatiche e normative sulla sicurezza;
  • training prima dell’apertura per il neo-franchisee presso un punto vendita Yamamay;
  • assistenza per l’apertura del nuovo negozio con l’affiancamento di un team aziendale per l’allestimento iniziale.

gestione quotidiana del punto vendita:

  • controllo costante dell’attività dell’affiliato con visite periodiche da parte della struttura di agenti e responsabili di zona Yamamay;
  • help-desk telefonico permanente nell’ambito dell’orario di apertura al pubblico dei punti vendita;
  • comunicazione pubblicitaria nazionale a carico di Yamamay;
  • assistenza nella comunicazione locale a carico del franchisee.

Come aprire un negozio Yamamay in franchising: gli investimenti e i requisiti del negozio

Sul piano degli investimenti da sostenere, l’imprenditore affiliato Yamamay dovrà far fronte alle spese legate all’acquisto dell’arredo, oltre a quelle per lo svolgimento dei lavori edili e di impiantistica, mirati all’apertura del punto vendita.

Il franchisee risponderà, altresì agli oneri di informatizzazione del negozio, ai doveri di copertura assicurativa e parteciperà con un contributo agli oneri di trasporto. Nel sito web ufficiale, l’azienda indica che per l’acquisto dell’arredo, sono da considerarsi circa 650 euro circa al metro quadrato. Mentre per quanto attiene a strutture e impiantistica, i prezzi cambiano in relazione allo stato dei locali considerati.

Da parte sua, colui che intende aprire un negozio Yamamay in franchising avrà l’obbligo di acquistare e rivendere soltanto prodotti Yamamay, rispettando specifici minimi d’acquisto, attestati su quantitativi modesti, nella finalità di assicurare un servizio di ottimo livello a tutta la clientela del negozio.

E’ interessante notare anche quelli che sono gli standard minimi per l’apertura di un punto vendita Yamamay, così come indicati nel sito web aziendale. Eccoli di seguito:

  • ubicazione: centri storici, centri commerciali e strade commerciali di primaria importanza;
  • bacino d’utenza: aree urbane con almeno 50mila abitanti;
  • superficie minima: 120 metri quadrati;
  • vetrine: almeno 2 con l’ingresso.

Infine, per maggiori informazioni circa l’iter per aprire un negozio Yamamay in franchising, l’azienda non indica un form ad hoc nel proprio sito web, ma l’indirizzo di posta elettronica a cui mandare una email: franchising@inticom.it

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it