Citigroup è stata multata per colpa di una IPO

Citigroup è stata multata dalle autorità di Hong Kong per aver promosso una IPO. Tutti i dettagli.

Citigroup è stata multata per colpa di una IPO

Citigroup è stata multata ad Hong Hong e dovrà ora piegarsi al pagamento di una sanzione da svariati milioni di dollari. Il tutto per aver promosso una IPO.

La Securities and Futures Commission asiatica (SFC) ha imposto al colosso del credito americano una multa da 75 milioni di dollari di Hong Kong, corrispondenti a circa $7,3 milioni.

Il motivo? Le azioni intraprese da Citigroup durante la richiesta di quotazione riguardante appunto un’Offerta Pubblica Iniziale.

Si noti, tra l’altro, come la banca sia stata ammonita per il mancato adempimento dei suoi doveri di sponsor durante l’IPO di Real Gold Mining del 2009. Sotto accusa l’imperfetta due diligence del gruppo oltre che la lacunosa supervisione del proprio staff durante il citato lavoro di sponsor.

La stretta di Hong Kong sulle IPO

La SFC ha lavorato a lungo sulla corretta gestione delle offerte e sul buon andamento delle quotazioni azionarie. Nel mese di ottobre 2017 la citata Commissione ha iniziato ad osservare con attenzione ben 15 società che hanno assunto il ruolo di sponsor in occasione di diverse IPO a Hong Kong.

A preoccupare l’autorità la scarsa qualità delle attività di due diligence e di advisory. Si ricordi infatti che le banche che agiscono in qualità di sponsor in occasione di una IPO devono rispondere di eventuali documentazioni erronee.

Quali conseguenze per Citigroup? Un precedente

A marzo scorso, anche UBS Group è finita nell’occhio del ciclone ed è stata multata (119 milioni di dollari di Hong Kong). All’istituto elvetico è stata anche tolta la possibilità di sponsorizzare nuove IPO per 18 mesi. In realtà, durante la richiesta di appello l’istituto potrà continuare con le sue normali attività.

Alla luce di tutto questo ci si chiede dunque quali potrebbero essere le conseguenze della sanzione da poco comminata a Citigropup.

“La risoluzione oggi annunciata dalla SFC non comporta alcuna sospensione della licenza di Citi e non pone alcun vincolo sulle sue attività commerciali o su alcun individuo a Hong Kong o altrove,”

ha affermato James Griffith, portavoce della banca.

Tra l’altro è stata la stessa SFC a puntualizzare l’assenza di prove che evidenzino violazioni intenzionali e senza scrupoli da parte di Citigroup in quella che è stata la prima e unica IPO della banca finita nel mirino dell’autorità.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Citigroup

Argomenti:

Citigroup Hong Kong ICO

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 mese fa

Trimestrali USA: JP Morgan e Citi sorprendono il mercato

Trimestrali USA: JP Morgan e Citi sorprendono il mercato

Commenta

Condividi

Marco Ciotola -

5 motivi per comprare azioni Apple

5 motivi per comprare azioni Apple

Commenta

Condividi