Cambio euro sterlina vola sui massimi di 8 anni. Motivi e conseguenze

L’euro sterlina schizza e la valuta britannica tocca i minimi di 8 anni contro la moneta unica. Quali i motivi e le conseguenze del boom del cambio EUR/GBP?

I dati intraday e in tempo reale del Grafico EUR/GBP sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Il cambio euro sterlina torna a guadagnare ampio terreno e a far parlare di prossima parità.

Il pound ha infatti toccato i minimi di 8 anni contro la moneta unica, mentre nel momento in cui si scrive il cross sta viaggiando con un rialzo di 0,36 punti percentuali a quota 0,92042.

Se fino a questo momento sono state le preoccupazioni sulla Brexit a far decollare il cambio euro sterlina, nella sessione odierna anche i dati macroeconomici dell’Eurozona hanno contribuito agli evidenti rialzi.

Sul punto vale comunque la pena di sottolineare la view di HSBS: gli analisti hanno tentato di evidenziare la sproporzione tra le notizie positive dalla BCE e la reazione della moneta unica, anche contro la sterlina inglese.

La loro teoria è chiara: l’euro è ipercomprato e ad oggi conviene prendere profitto sul cambio EUR/GBP. Analizziamo l’andamento del cross più da vicino.


(Cambio euro sterlina ai minimi del 2009)

Cosa pesa sul pound?

Diversi elementi hanno contribuito e continueranno a contribuire alla debolezza del pound e dunque ai rialzi del cambio euro sterlina, primo fra tutti la Brexit. Il cross ha risentito dei timori in merito alla tempistica necessaria al raggiungimento di un compromesso sul commercio e sull’accesso al mercato unico, e ieri è schizzato fino a toccare i massimi di ottobre 2016.

Oggi ad accentuare il cammino della coppia ci hanno pensato anche i dati macro in arrivo dall’Eurozona che hanno mostrato un miglioramento del settore manifatturiero e di quello composito. I risultati hanno battuto le attese del mercato e hanno permesso all’euro di guadagnare ulteriore terreno nei confronti della sterlina inglese.

Ad affossare il pound è stata poi anche lunga serie di deludenti dati economici riferiti al Regno Unito:

  • il costo del debito è salito del 23% (YTD);
  • i salari faticano ancora a stare al passo con l’inflazione;
  • i consumi si sono affievoliti;
  • i dati sulle finanze pubbliche non sono riusciti a risollevare la sterlina.

Tutto ciò ha contribuito in misura non marginale all’andamento recente del cambio euro sterlina.

Euro forte nonostante i dati

Nonostante la prima parte di agosto abbia portato con sé dati macroeconomici contrastati, gli investitori sono sempre stati attratti dal cambio euro sterlina. In virtù di questo gli analisti sono convinti che, in assenza di sconvolgimenti di rilievo, il cross EUR/GBP si preparerà ad una nuova settimana di guadagni.

Nonostante i dati sullo ZEW di Eurolandia e Germania abbiano deluso le aspettative del mercato, la moneta unica ha continuato a viaggiare in rialzo contro la sterlina inglese e il cambio ha toccato prima i nuovi massimi del 2017, poi quelli del 2009.

L’immediata conseguenza del rialzo

Gli odierni guadagni del cambio euro sterlina hanno avuto un’immediata conseguenza sull’azionario britannico. L’indebolimento del pound ha infatti permesso al Ftse 100 di recuperare parte delle perdite subite e di balzare dai 7,299 punti di lunedì a quota 7,379 punti attuali.

Le performance della Borsa di Londra continuano comunque ad essere piombate dall’andamento di WPP PLC che sta perdendo più di 12 punti percentuali a causa di nuove e peggiorate stime di crescita.

Cosa aspettarsi dal cross?

Ad attirare l’attenzione degli investitori sul cambio euro sterlina dopo i dati sull’Eurozona sarà di certo il tanto atteso meeting di Jackson Hole. Il simposio, molto probabilmente, sarà in grado di guidare il cross più degli altri eventi fino ad ora citati.

Dal punto di vista tecnico, poi, lo slancio attuale della coppia appare piuttosto forte da estendersi fino alla resistenza posizionata in area 0,9260-65, al di sopra della quale il cross potrebbe indirizzarsi al raggiungimento di 0,93.

Sul fronte ribassista, però, una spinta al di sotto di 0,9200 sembra trovare immediato supporto in area 0,9175-70. La rottura di questa soglia potrebbe portare il cambio euro sterlina fino in area 0,9135-30.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories