Brexit, Johnson tuona: Londra è pronta al no-deal

Novità in casa Brexit: Johnson ha avvertito la Merkel parlando di un Regno Unito pronto al no-deal. Cosa sta succedendo?

Brexit, Johnson tuona: Londra è pronta al no-deal

Le ultime notizie sulla Brexit hanno nuovamente rispolverato lo spettro del no-deal.

Il tutto è accaduto in seguito alle dichiarazioni del primo ministro britannico Boris Johnson, che in occasione di una cena informale con Angela Merkel, cancelliera tedesca e attualmente Presidente del Consiglio dell’Unione europea, ha parlato di un Regno Unito pronto a lasciare senza intese commerciali a fronte di un blocco poco propenso al compromesso.

Brexit: no-deal più vicino? Le ultime notizie

Per dirla con le stesse parole di Johnson, se l’UE non si mostrerà incline al compromesso il Regno Unito non avrà problemi a lasciare il blocco facendo così materializzare lo spettro della Brexit no-deal.

I negoziati al momento sono ancora in stallo a causa di alcune questioni specifiche riguardanti:

  • i diritti di pesca;
  • la futura influenza dei tribunali UE nelle leggi britanniche;
  • il bilanciamento fra la volontà di Londra di allentare le proprie regole e l’accesso al mercato unico.

Le ultime dichiarazioni del primo ministro britannico sono trapelate nella serata di ieri, in occasione di una cena privata fra negoziatori nella quale non sono emersi segnali particolarmente distensivi.

Il primo ministro, si legge in una nota pubblicata dall’ufficio di Johnson, ha sottolineato l’impegno di Londra a lavorare sodo per trovare un accordo tramite i colloqui intensificati.

"Egli però ha anche osservato che il Regno Unito sarà pronto a lasciare il periodo di transizione alle condizioni dell’Australia (termini usati per riferirsi al no-deal, ndr.) se alla fine non sarà possibile raggiungere un’intesa”.

Quest’ultima dovrà essere trovata entro e non oltre la fine dell’anno, quando terminerà qual periodo di transizione che lo stesso Johnson si è rifiutato di estendere.

Se a dicembre le parti non avranno raggiunto un accordo lo spettro del no-deal si concretizzerà e la Brexit si concluderà con il ritorno in vigore delle regole dell’OMC. I dazi, le tariffe e i controlli doganali non gioveranno a nessuna delle parti in causa.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories