Borse europee: azioni value in rally. Stoxx Europe 600 più forte di S&P e Nasdaq

Riccardo Lozzi

16/03/2021

12/04/2021 - 16:58

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Rally delle azioni value sulle Borse europee: Stoxx Europe 600 più forte di S&P 500 e Nasdaq Composite. Banche, società energetiche e gruppi industriali tra i maggiori beneficiari.

Borse europee: azioni value in rally. Stoxx Europe 600 più forte di S&P e Nasdaq

Nonostante la crisi economico-finanziaria caratterizzata dalla pandemia da Covid-19 e il caos sul piano vaccinale, le aziende e compagnie dell’Unione Europea stanno osservando un rally sul valore delle loro azioni.

In particolare sono aumentati gli stock relativi alle banche e alle società di viaggio, con i player internazionali che stanno riposizionando i propri investimenti in vista di un ritorno alla normalità.

Nell’ultimo mese l’indice Stoxx Europe 600 ha infatti guadagnato il 4,5%, riuscendo a superare nello stesso periodo gli incrementi registrati per S&P 500, che si è attestato a +3,5%, e il Nasdaq Composite, fermo all’1%.

Borse europee: azioni value in rally

Per gli analisti del settore, questo trend positivo è strettamente legato alla crescita osservata per le azioni value, poiché gli investitori hanno acquistato titoli di compagnie colpite dalla pandemia, decidendo, allo stesso tempo, di vendere le quotazione delle società della cosiddetta “stay at home economy”, che aveva beneficiato particolarmente nel primo periodo di lockdown.

Poiché quello dell’Europa è essenzialmente un mercato di titoli value, come è stato affermato da alcuni esperti del settore, questo cambiamento avvantaggia nettamente l’Eurozona rispetto agli Stati Uniti, i quali al contrario possono contare su un maggior vantaggio per quanto riguarda il mercato dei growth stock.

Le società del settore value appartengono, in generale, a rami consolidati, tra cui energetico, bancario e industriale, e pagano dividendi in relazione al ciclo macroeconomico che si sta vivendo.

Le aziende growth, invece, sono quelle più innovative e legate, ad esempio, al comparto tecnologico, e di conseguenza il valore dei loro titoli è più volatile.

Stoxx Europe 600 più forte di S&P e Nasdaq

Stoxx Europe 600 è caratterizzato da una forte presenza di titoli value, con il 17% composto da istituti di credito, il 16% da grandi gruppi industriali e il 5% da società energetiche.

Solo il 10% è rappresentato da operatori della tecnologia e comunicazione. Al contrario, nell’S&P 500 questi ultimi esprimono il 37% dell’intero indice azionario.

Un altro elemento in grado di giocare un ruolo chiave nella crescita finanziaria dell’Unione Europea è quello relativo al mercato obbligazionario.

Grazie ai vari strumenti a garanzia degli Stati membri predisposti dalle istituzioni europee, come Commissione e BCE, è aumentato l’ottimismo rispetto alla ripresa economica del blocco comunitario.

Questo clima positivo ha avviato un processo tale per cui i grandi fondi hanno iniziato a vendere beni rifugio come i bond, provocando un calo dei prezzi e un aumento dei rendimenti.

Un processo che ha portato un impatto positivo ai grandi gruppi bancari europei dall’inizio del 2021.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories