Borse UE in rosso: torna la paura petrolio. Milano: acquisti su Poste e Yoox, giù Mediaset

Le Borse europee tornano in negativo a causa del calo dei prezzi del petrolio. Milano in discesa, pesano petroliferi, Mediaset e banche. Acquisti su Poste e Yoox NAP.

Le Borse europee si lasciano momentaneamente alle spalle la paura per gli attentati di Bruxelles ma ritrovano quella del petrolio. Questa mattina gli indici azionari europei si sono mossi tutti a rialzo, salvo poi ripiegare in scia dei dati delle scorte di petrolio greggio statunitensi risultate quasi il triplo delle attese.

La Borsa Italiana dopo aver contrattato per buona parte della seduta in positivo attualmente scambia in rosso,mostrando ancora sintomi di forte volatilità. Si attendono novità dal fronte BPM e Banco Popolare con i titoli delle due banche sospesi dalle contrattazioni correnti e in afterhour, in attesa della diffusione di una nota da parte dei due istituti.

Si segnalano acquisti sulle azioni di Poste Italiane dopo i buoni conti 2015 mentre risultano in calo quelle di Mediaset dopo i dati dell’esercizio dello scorso anno in chiaroscuro. In recupero i titoli di alcune società che ieri erano stati bersagliati dalle vendite a causa degli attentati a Bruxelles.

Borse europee in rosso: tornano i timori sul petrolio

Le piazze d’affari europee questa mattina avevano rialzato la testa dopo l’emotività mostrata ieri in concomitanza degli attentati di Bruxelles.

L’attacco terroristico nella capitale belga aveva scatenato le vendite soprattutto sui titoli legati ai viaggi e al turismo, facendo scontare così possibili risvolti negativi futuri sul flusso di turisti in Europa.

Vendite che sono tornate a riaffacciarsi dopo i dati sulle scorte di petrolio statunitensi quasi triplicate rispetto al consenso. Come spiegano gli esperti di Tudor, Pickering, Holt & Co., le scorte così alte indicano che il mercato continua a soffrire un eccesso di offerta.

Tuttavia, l’aumento della domanda di benzina rimane sostenuta, spiegano i colleghi di Ritterbusch & Associates, lasciando così pensare ad un consumo dei prodotti raffinati nonostante i recenti incrementi di prezzo. Al momento, il Brent scende del -2,5% mentre il WTI perde il -3,15%.

Borse europee: il Dax resiste, l’Ibex è il peggiore

Al momento si registrano cali su tutte le piazze d’affari europee. Il Dax resiste registrando un aumento del +0,01%, il Cac 40 perde il -0,62%, il Ftse 100 scende del -0,21%, l’Ibex del -1,11% mentre la Borsa belga registra un calo del -0,2%. In ribasso anche le quotazioni dell’EuroStoxx 50 che scambiano al -0,5%.

Wall Street ha aperto in negativo per poi scendere ulteriormente dopo i dati sulle scorte di greggio. Il Dow Jones perde il -0,28%, il Nasdaq lo 0,77% e lo S&P500 lo 0,43%.

Borsa Italiana: sospesi i titoli di BPM e Bpop. Acquisti su Poste, giù Mediaset

La Borsa Italiana viaggia in calo, con il Ftse Mib in discesa del -1,3%. Si registrano gli acquisti sui titoli di Poste Italiane (+3,9%) che festeggia i buoni conti 2015 e Yoox NAP (+3,73%) che invece recupera le perdite accumulate ieri dopo gli attentati di Bruxelles. Buon rialzo anche per Luxottica che sale del +1,17%.

In discesa invece le quotazioni di Telecom Italia (-3,35%) che attende novità sul fronte amministratore delegato, Mediaset (-4,23%) che invece paga dati 2015 misti e il taglio del target price da parte di Equita Sim e infine Unicredit (-3,36%). In rosso anche il comparto petrolifero e il settore bancario.

Sospesi dalle contrattazioni sia nell’orario normale di Borsa che in afterhour i titoli di BPM e Banco Popolare in attesa della pubblicazione di una nota da parte delle due banche in merito al progetto di fusione.

Sul Mid-Cap, si segnala il balzo delle azioni Erg (+6,84%) dopo che la società ha proposto un dividendo oltre le attese, seguite da Ansaldo STS (+8,68%) e Hera (+1,58%). I titoli flop di oggi sono invece quelli di Acea (-4,94%) e Sogefi (-4,67%).

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.