Borse UE positive in attesa della Yellen, ma pesa il petrolio. Milano giù con Saipem e MPS

Borse UE chiudono in positivo dopo una sessione in contrasto in attesa della Yellen. Pesa l’andamento a ribasso di petrolio. A Milano giù alcuni bancari e Saipem.

Le Borse europee chiudono in positivo dopo una sessione in discesa in attesa del discorso del presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, previsto per le 18:20 italiane all’Economic Club di New York. A guidare i ribassi delle Borse del Vecchio Continente è la ripresa di vigore del Dollaro americano, in scia alle aspettative del mercato su possibili dichiarazioni da falco del massimo dirigente della banca centrale statunitense.

La ripresa del Dollaro sta pesando sulle materie prime e sul petrolio che stanno scambiando in netto calo. La Borsa Italiana, dopo un avvio positivo in mattinata, ha perso lo smalto nell’arco della seduta con il Ftse Mib fino a chiudere in rosso dello 0.18%.

Sul listino milanese pesano le flessioni di Saipem, MPS e Banco Popolare. Ancora in rosso BPM, bene invece i titoli della moda, FCA e costruzioni.

Borse: attesa per il discorso della Yellen, sale il Dollaro

Le Borse europee riescono a chiudere in territorio positivo in attesa della Yellen. Il presidente della Fed quest’oggi terrà un importante discorso all’Economic Club di New York dal quale potrebbero emergere nuove indicazioni su futuri rialzi dei tassi USA.

Il focus degli operatori è proiettato su eventuali dichiarazioni della Yellen sulle aspettative di inflazione, visto che sembrano essere il driver principale per le decisioni della banca centrale statunitense.

Borse: ripresa del Dollaro pesa su materie prime e petrolio

Il rafforzamento della valuta americana sta pesando sulle materie prime e sul petrolio che attualmente scambiano in netto ribasso. Nel particolare, il Brent al momento perde il 2,99% (pari a 39,65$) mentre il WTI scende del -3,43% (38,02$).

Oggi verranno pubblicati i dati relativi alle scorte settimanali di petrolio negli USA e sulle giacenze di Cushing (Oklahoma) che daranno sicuramente direzionalità ai benchmark di greggio.

Borse: Wall Street apre negativa, Cac 40 il migliore di oggi

In attesa della Yellen, il Dax chiude a +0.38%, il Ftse 100 a -0.02%, l’Ibex +0.26%. In rialzo anche il Cac 40 a +0.68% e l’EuroStoxx 50 che sale del +0.61%.

Wall Street ha aperto in rosso, appesantita dall’andamento negativo del petrolio. Il Dow Jones viaggia in calo del -0,20%, lo S&P500 del -0,10% mentre il Nasdaq scambia in positivo a +0.38%.

Borsa Italiana in rosso: pesano Saipem, MPS e Banco Popolare

La Borsa Italiana, dopo un avvio di seduta brillante è tornata a scambiare in ribasso fino a chiudere in negativo. All’apertura di questa mattina, il Ftse Mib era riuscito a salire di oltre l’1%, sospinto dai titoli bancari che beneficiavano delle indiscrezioni sull’offerta di Apollo per banca Carige.

Tuttavia, i dubbi degli analisti sull’operazione si sono fatti sentire sia sul titolo della banca genovese che su quelli del comparto, costringendo così il listino milanese a ripiegare in territorio negativo.

Inoltre, il ribasso del petrolio sta pesando su alcuni titoli del settore come quello di Saipem, in ribasso del -5,57% (titolo peggiore di oggi). Seguono le azioni MPS che perdono il -5,49% a causa del rinnovato timore di un nuovo aumento di capitale.

In contrazione anche le azioni di Banco Popolare che lasciano al momento sul terreno il -4,33%. Male anche alcuni titoli bancari come Ubi (-2,6%), Unicredit (-3,16%) e BPM (-4,03%).

Scambiano in positivo invece le azioni del settore costruzioni, con Prysmian in rialzo del +1,71% e Buzzi Unicem (+2,26%). In rialzo anche alcuni titoli della moda come Salvatore Ferragamo (+2,24%) e Moncler (+1,58%).

Mid-Cap: in rialzo Carige con newsflow Apollo

Sul Mid-Cap il titolo migliore di oggi è quello di Carige (+3,76%) visto l’appeal speculativo generato dall’offerta del fondo Apollo. Offerta confermata dalla stessa banca ligure che ha però lasciato perplessi alcuni analisti.

In rialzo anche Danieli & C. (+1,87%) e Saras (+1,37%). Scambiano in rosso Autogrill (-2,45%), Sogefi (-3,59%) e Cementir (-4,15%).

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.