Borsa Italiana: i tre titoli caldi di mercoledì 5 giugno

La giornata si apre all’insegna del ribasso per l’indice FTSE Mib. L’Ufficio studi di Money.it si è focalizzato su alcuni titoli quotati a Piazza Affari che presentano i migliori spunti tecnici per l’operatività odierna. Focus su Prysmian, Azimut e Anima Holding

Borsa Italiana: i tre titoli caldi di mercoledì 5 giugno

L’indice FTSE Mib apre la seduta in calo dello 0,32%, attestandosi a 20.205,50 punti.

Fronte guerra commerciale sono giunte notizie positive, con il Ministero del Commercio Cinese che ha indicato che «le divergenze con gli Stati Uniti in campo economico e commerciale possono essere risolte con il dialogo, a patto che questo si basi su eguaglianza e rispetto reciproco».

Nel frattempo il Presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha promesso che la Banca Centrale Usa agirà, se necessario, per supportare l’economia. «Non sappiamo come o quando» i conflitti commerciali «saranno risolti, ma stiamo monitorando da vicino le implicazioni di questi sviluppi sull’outlook economico degli Stati Uniti», ha detto Powell, sottolineando che in ogni caso la Fed, «come sempre, agirà in modo appropriato per supportare l’espansione dell’economia» (clicca qui per approfondire).

Per quanto riguarda le strategie operative sui titoli di Piazza Affari, l’Ufficio studi di Money.it ha condotto la consueta analisi tecnica su alcune azioni interessanti dal punto di vista grafico: focus su Prysmian, Azimut e Anima Holding.

  • Prysmian: la quotata milanese ieri ha segnato una performance del 6,05%, con il collegamento di Western Link che è tornato in funzione. A livello grafico il pattern rialzista disegnato lunedì è stato validato dall’ampio rialzo messo a segno nella seduta di ieri. Tuttavia, prima di implementare strategie long sarebbe opportuno attendere un ritracciamento dei prezzi, idealmente in area 15,50-16,00 euro.
  • Azimut: la società di risparmio gestito ha confermato di poter superare i 300 milioni di euro di utile netto nel 2019. Si tratta di un dato superiore al consenso, fermo a 272 milioni. Con il balzo registrato ieri i corsi hanno provocato il breakout del pattern inside che si è sviluppato tra venerdì e lunedì scorsi. Operazioni long vedono come primo obiettivo area 16,50-17,00 euro.
  • Anima Holding: Goldman Sachs ha avviato la copertura sul titolo con rating buy e prezzo obiettivo a 3,5 euro. Ieri le quotazioni si sono attestate a 2,8 euro, in progresso del 6,19%. Il rinnovato vigore dei corsi potrebbe favorire l’implementazione di strategie di matrice long con primo obiettivo a ridosso dei 3,00 euro per azione.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.