Borsa Italiana, trattativa esclusiva con Euronext per la cessione

Euronext si assicura la trattativa esclusiva per l’acquisizione di Borsa Italiana. Le notizie e le conseguenze per Piazza Affari.

Borsa Italiana, trattativa esclusiva con Euronext per la cessione

LSE ha annunciato di trattare la vendita di Borsa Italiana in esclusiva con Euronext. Il gruppo paneuropeo, insieme a Cassa Depositi e Prestiti e Intesa Sanpaolo, è riuscito a spuntare la corsa a tre dei giorni scorsi che l’ha vista competere con Six e Deutsche Boerse, le quali, al momento, hanno deciso di non commentare quanto accaduto.

A rivelare la notizia è stata la stessa Euronext tramite un comunicato pubblicato sul proprio sito, in cui viene dichiarato come l’obiettivo sia quello di creare un attore di primo piano, leader nei mercati azionari europei.

L’avvio della trattativa esclusiva è stata quindi confermata anche da London Stock Exchange, che ribadisce come questa non porti alla certezza di una conclusione positiva, la quale dovrà passare dal controllo della Commissione Europea.

Borsa Italiana in trattativa esclusiva con Euronext

Dopo Parigi, Amsterdam e Bruxelles, Euronext avrebbe in gestione anche Milano, riuscendo così a diventare la spina dorsale degli scambi finanziari europei.

Un progetto ambizioso che ha convinto London Stock Exchange, nonostante, secondo alcuni rumor, Six avesse presentato l’offerta più alta.

Nella nota viene affermato come, grazie al suo volume di transazioni, l’Italia diventerebbe il maggior contribuente per ricavi dell’intero gruppo.

Le conseguenze per Piazza Affari

Anche se filtra ottimismo per la buona riuscita dell’operazione, la trattativa che porterebbe Piazza Affari all’interno di Euronext non è ancora conclusa, ma si aspettano notizie già nelle prossime ore.

Questo passaggio, come viene garantito nello stesso comunicato, non avrà alcuna conseguenza sul funzionamento di Borsa Italiana, la quale continuerà a mantenere le proprie funzioni principali e resterà un punto di riferimento per gli investitori locali, oltre a conservare una forte identità italiana.

Inoltre, Piazza Affari esprimerebbe dei propri rappresentanti italiani all’interno della governance federale di Euronext e il CEO siederebbe nel Consiglio di Amministrazione.

I prossimi step per l’ufficializzazione dell’operazione

Cassa Depositi e Prestiti e Intesa Sanpaolo sarebbero pronti a entrare nel gruppo degli Azionisti di Riferimento e Consob diventerebbe membro dell’organo di supervisione della società, mantenendo, allo stesso tempo, i compiti di vigilanza rispetto alle operazioni di Borsa Italiana.

Le attività principali della nuova Piazza Affari targata Euronext verranno gestite dalle sedi che verranno aperte a Roma e a Milano, con quest’ultima che avrebbe la direzione delle funzioni finanziarie.

Mancano quindi gli ultimi tasselli prima di considerare l’accordo come definitivo. La transazione verrebbe comunque finanziata attraverso il mix di tre strumenti principali: liquidità corrente, creazione di un nuovo debito garantito dall’intero gruppo e una nuova equity, tramite aumento di capitale riservato a CDP e Intesa Sanpaolo ed emissione di diritti per gli azionisti di Euronext.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories