Chi ha pagato 28 milioni $ per andare nello spazio con Jeff Bezos

Giulia Adonopoulos

14 Giugno 2021 - 13:49

condividi

Chi andrà nello spazio con Jeff Bezos per il primo volo turistico spaziale di Blue Origin? I nomi del vincitore dell’asta e del quarto passeggero svelati dalla società prima del volo del 20 luglio.

Chi ha pagato 28 milioni $ per andare nello spazio con Jeff Bezos

C’è grande curiosità su chi ha speso 28 milioni di dollari per un viaggio di 10 minuti ai confini dello spazio con Jeff Bezos.

Blue Origin, la società spaziale di Jeff Bezos, ha venduto all’asta il primo biglietto per il primo volo sub-orbitale con equipaggio previsto per il 20 luglio. Quasi 7.600 persone da 159 paesi si sono registrate per partecipare.

Il miglior offerente, che si è aggiudicato il posto sul New Shepard per la “modica” somma di 28 milioni di dollari (a cui aggiungere una commissione del 6%, portando il costo totale a quasi 30 milioni di dollari) sarà uno dei quattro passeggeri a bordo della capsula: oltre a lui ci saranno i fratelli Jeff e Mark Bezos e un’altra persona.

Chi andrà nello spazio con Jeff Bezos e Blue Origin

Non è ancora noto il nome di chi si è aggiudicata l’asta di Blue Origin con l’offerta vincente di 28 milioni di dollari, ma è facile presumere si tratti di un miliardario. La sua identità sarà tenuta segreta per 2 settimane perché “dobbiamo completare alcuni documenti finali”, ha detto Ariane Cornell, direttore delle vendite degli astronauti di Blue Origin.

L’asta si è svolta a Boston e ha coinvolto 20 offerenti. Il prezzo di partenza di $ 4,8 milioni è salito a $ 28 milioni in meno di 10 minuti. Il ricavato andrà a Club For The Future di Blue Origin, un’organizzazione benefica per la scienza e l’istruzione che mira a ispirare le generazioni future a intraprendere una carriera nel campo della scienza, della tecnologia e della matematica e suscitare interesse per l’esplorazione dello spazio.

La compagnia ha fatto sapere che ci sarà anche un quarto e ultimo passeggero che si unirà al ricco vincitore dell’asta e ai fratelli Bezos, il cui nome sarà annunciato presto. Non si sa se si tratta di un dipendente di Blue Origin, un altro generoso offerente che ha partecipato all’asta o qualcun altro.

Per sapere chi andrà nello spazio con il fondatore di Amazon bisognerà tenere d’occhio il sito e i canali ufficiali di Blue Origin.

Come sarà il volo spaziale

Il volo di New Shepard del 20 luglio sarà la prima missione della compagnia con persone a bordo: il veicolo ha compiuto 15 voli di prova ma mai nessuno con equipaggio.

La capsula è progettata per portare fino a 6 persone in brevi voli suborbitali, salendo al di sopra dell’altitudine di 62 miglia generalmente considerata come il confine dello spazio, ma poi tornando immediatamente indietro invece di accelerare alle alte velocità necessarie per entrare in orbita.

I passeggeri potranno slacciarsi le cinture di sicurezza sperimentare l’assenza di gravità per 3 minuti prima di tornare a Terra, senza però andare superare l’orbita terrestre.

Dopo questo primo viaggio, Blue Origin prevede di vendere i prossimi biglietti per i suoi voli privati ai confini dello spazio per centinaia di migliaia di dollari.

Intanto anche le società concorrenti, SpaceX di Elon Musk e Virgin Galactic di Richard Branson stanno programmando la loro offerta di voli spaziali privati.

La capsula Crew Dragon di SpaceX, che finora ha trasportato solo astronauti del governo sulla Stazione Spaziale Internazionale, lancerà la sua il suo primo volo commerciale ​​in orbita entro la fine dell’anno, con quattro passeggeri che trascorreranno circa tre giorni in orbita.

Argomenti

# Spazio
# Asta

Iscriviti a Money.it