Bitcoin, c’è il rimbalzo: +15%. Quali prospettive ora?

Pierandrea Ferrari

23/06/2021

23/06/2021 - 10:48

condividi

Bitcoin torna a respirare dopo essere precipitato sotto la soglia dei 30.000 dollari per la prima volta da gennaio. E secondo le piattaforme eToro e Kraken la stretta cinese potrebbe presto trasformarsi in un fattore rialzista per le divise digitali.

Bitcoin, c'è il rimbalzo: +15%. Quali prospettive ora?

Bitcoin rimbalza dopo il maxi-scivolone di ieri. Sull’onda lunga della stretta regolatoria cinese, che come noto si articola nello stop al mining e ai servizi in criptovaluta prestati dalle banche e dai servizi di pagamento elettronici del Dragone, la crypto era arrivata a scambiare sotto i 30.000 dollari per la prima volta da gennaio, ovvero poco prima che Elon Musk innescasse una nuova bull run con il suo investimento da 1,5 miliardi.

Oggi, dopo il sell-off, il Bitcoin è tornato però a poche spanne dai 34.000 dollari, centrando un +15,2% in poche ore. E le prospettive, secondo le piattaforme eToro e Kraken, rimangono incoraggianti.

Bitcoin, c’è il rimbalzo: +15%. Quali prospettive ora?

eToro, tramite il Market Analyst Simon Peters, ha infatti sottolineato che la transizione di mercato innescata dai chiari di luna sulla normativa cinese “potrebbe essere molto vantaggiosa per il Bitcoin e le criptovalute in generale. Decentrare l’estrazione delle criptovalute e porre fine al dominio cinese quando si tratta di estrazione mineraria potrebbe aiutare altri Paesi più crypto-friendly a diventare leader in questo spazio”.

Linea di pensiero che ricalca quella già tracciata dall’exchange USA Kraken (qui l’articolo completo), con il Managing Director for Europe Curtis Ting che aveva rilevato come l’eventuale esodo dei miners post-stretta potrebbe produrre l’effetto di un Bitcoin “distribuito meglio a livello globale, rendendolo più resiliente nel lungo termine e meno esposto alla volatilità nel breve”. E come l’interlocuzione tra i regolatori e l’industria, che in Cina assume però le forme di un monologo della Pboc, sia fondamentalmente “un tacito riconoscimento della criptovaluta come asset class”.

Riprendono quota anche le altre Altcoin

Intanto, anche le Altcoin più in vista del mercato stanno tentando il recupero dopo gli storni di ieri. Ethereum, che tra le crypto alternative al Bitcoin è la prima per market cap, scambia ora a 2.014 dollari, +16,2% dai minimi intraday di ieri. Corrono anche Dogecoin, +23,5% a 0,21 dollari, e Binance Coin, +25,9% a 291 dollari.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.