Bevono disinfettante contro il coronavirus: cosa ha risposto Trump

Leonardo Pasquali

28/04/2020

13/04/2021 - 10:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Negli USA sono aumentati i casi di ingestione di disinfettante dopo il famoso discorso del presidente Donald Trump. Il tycoon ha declinato qualsiasi responsabilità.

Bevono disinfettante contro il coronavirus: cosa ha risposto Trump

Sembra assurdo da credere, ma negli USA sono stati numerosi i casi di ingestione di disinfettante dopo che il presidente Donald Trump ha suggerito l’iniezione di questo tipo di prodotti per combattere il coronavirus.

In seguito al polverone di polemiche, Trump aveva poi spiegato che le sue parole erano sarcastiche e che sono state mal interpretate.

Un consiglio che però qualche cittadino ha preso alla lettera considerando le tante segnalazioni a New York, nel Maryland e in Illinois di persone che hanno chiamato i numeri di emergenza dopo aver bevuto prodotti disinfettanti. Ma il tycoon se ne lava le mani: “Non ho nessuna responsabilità per quanto accaduto”.

Gli americani seguono il “consiglio” di Trump e bevono disinfettanti

Il Poison Control Center di New York ha segnalato un aumento significativo nei casi di ingestione di disinfettanti nelle ore successive al discorso del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che in conferenza stampa aveva ventilato la possibilità di utilizzarli per combattere il coronavirus. 30 i casi registrati in sole 18 ore il 24 aprile scorso, dati raddoppiati se messi a confronto con quelli dell’anno precedente riferiti allo stesso periodo, come riportato da National Public Radio.

In Illinois la direttrice del dipartimento di Sanità Pubblica, Ngozi Ezike, ha parlato di centinaia di chiamate da parte dei cittadini in merito alla questione. Qualcuno come spiegato dalla dottoressa Ezike avrebbe addirittura utilizzato disinfettanti per lavaggi nasali e altri avrebbero effettuato gargarismi con un mix di candeggina e collutorio per uccidere i germi.

E non è finita qui. Nel Maryland centralini intasati per chiarimenti circa l’efficacia dei disinfettanti contro la COVID-19. Ecco cos’ha detto il governatore Larry Hogan in merito ai microfoni della CBS:

“Abbiamo ricevuto diverse chiamate al centralino per l’emergenza coronavirus. Le persone ci hanno chiesto se potesse essere utile ingerire o iniettarsi disinfettanti. Non credevo che le persone potessero prendere sul serio un’affermazione del genere”.

Trump si difende: “Non è colpa mia”

Il presidente Donald Trump dal canto suo aveva già messo le mani avanti spiegando che il suo intervento era puramente sarcastico: “Stavo ponendo una domanda in modo assolutamente sarcastico ai giornalisti, per vedere cosa sarebbe successo”. Poi sempre rivolgendosi agli organi di stampa aveva chiarito che il riferimento era all’utilizzo dei disinfettanti sulle mani.

Ieri poi Trump durante una conferenza stampa alla Casa Bianca in risposta alla segnalazione dell’aumento dei casi di misuso dei prodotti ha declinato qualsiasi responsabilità. Sui numerosi episodi di ingestione ha risposto: “Non riesco a immaginare perché” e quando gli è stato chiesto se si prendesse qualche responsabilità su quanto successo ha ribattuto: “No, assolutamente”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories