Berkshire Hathaway torna a brillare: utile a 11,7 miliardi di dollari

Marco Ciotola

2 Maggio 2021 - 00:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il colosso guidato da Warren Buffett si svincola dalle perdite del 2020 e fa un utile di 11,7 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2021. Tutti i numeri

Berkshire Hathaway torna a brillare: utile a 11,7 miliardi di dollari

Berkshire Hathaway torna a brillare. Il colosso di Warren Buffett segna infatti per il primo trimestre del 2021 un utile netto pari a 11,7 miliardi di dollari, rendendo ormai solo un ricordo le difficoltà incontrate nel 2020 causa pandemia, che avevano portato la compagnia a registrare fino a 50 miliardi di dollari di perdite.

Ora Berkshire - conglomerato che accorpa società che vanno dal gigante assicurativo Geico ai noti marchi Dairy Queen, Benjamin Moore e Duracell - torna quindi alla redditività.

In una nota destinata alla Securities and Exchange Commission la società evidenzia entrate che per molte delle sue attività di produzione - dai servizi alla vendita al dettaglio - hanno registrato una “ripresa significativa dei ricavi e degli utili" negli ultimi mesi con la riapertura dell’economia.”

Ora Berkshire segna circa 145,4 miliardi di dollari di liquidità in bilancio, rispetto ai 138,3 miliardi di dollari della fine del 2020, proseguendo quindi in un percorso di crescita che si mostra sostanzialmente in linea con i piani di Buffett.

Berkshire Hathaway torna a brillare: utile a 11,7 miliardi di dollari

Ad oggi un’azione Berkshire di classe B, vale a dire quelle più convenienti per gli investitori, segna un prezzo di poco inferiore a 275 dollari.

Entrambe le classi di azioni di Berkshire sono aumentate di quasi il 20% finora nel 2021. Si tratta tuttavia di una crescita da molti ritenuta al di sotto dei tradizionali standard del guru degli investimenti.

Malgrado l’affidamento su colossi tech come Apple e Amazon abbia valso molti dei guadagni della compagnia in tempi recenti, Berkshire ha perso terreno negli ultimi anni.

Le sue azioni sono aumentate di circa il 90% negli ultimi cinque anni, mentre lo S&P 500 è più che raddoppiato e il Nasdaq è aumentato di quasi il 200%.

Warren Buffett - insieme ai vicepresidenti Charlie Munger, Ajit Jain e Greg Abel - sarà a breve al centro della riunione annuale degli azionisti.

L’incontro, che si terrà a Los Angeles e non a Omaha, sarà un evento virtuale per il secondo anno consecutivo a causa del coronavirus.

Proprio di recente Buffett ha descritto - in una lettera agli investitori - quello che ha definito il suo errore più grande, ammettendo di aver pagato troppo cara la compagnia aerea Precision.

Il guru degli investimenti ha infatti ammesso di essere stato “semplicemente troppo ottimista sul profitto potenziale normalizzato di PCC”.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.