Banche centrali? Alchimisti destinati al fallimento

Le banche centrali e i loro programmi di politica monetaria sono destinati al fallimento. È quello che ha affermato l’analisi di Marc Faber riportata dalla Cnbc.

Le banche centrali sono destinate a fallire secondo l’analisi di Marc Faber. Le banche centrali sono come degli alchimisti e i loro programmi sono destinati al fallimento secondo l’analisi riportata dalla Cnbc.

Le banche centrali, che cercano di stimolare la crescita, sono come alchimisti alla ricerca dell’oro e hanno le stesse probabilità di fallire, secondo l’editore del Gloom Boom & Doom Report. L’analista, noto per le sue visioni piuttosto pessimistiche, si è scagliato contro le banche centrali e contro i programmi fino ad ora portati in essere dalla maggior parte degli istituti in questione.

Questi programmi adottati dalle banche centrali sono destinati al fallimento, perché nella maggior parte dei casi, secondo l’analista, non hanno avuto gli effetti desiderati. Le banche centrali stanno solo mischiando le acque secondo l’analista, senza una concreta direzione da imprimere all’economia mondiale.

L’analisi di Faber arriva poco dopo le decisioni delle maggiori banche centrali mondiali, BoJ e Fed, che hanno deciso di non toccare i tassi di interesse. Vediamo perché i programmi delle banche centrali sono destinati al fallimento secondo l’analisi di Faber e da cosa deriva la sua visione negativa sul futuro dell’economia globale guidato dagli istituti centrali.

Banche centrali: la lotta all’inflazione

Le banche centrali stanno semplicemente mischiando le acque, o, in altre parole, mischiando la carta moneta e i risultati di queste azioni non possono essere positivi nel lungo periodo, secondo l’analista. Faber ha osservato che dagli anni 70 fino alla metà degli anni 80, le persone erano convinte che l’inflazione sarebbe durata per sempre. Le stesse banche centrali che hanno combattuto questa inflazione, ora stanno combattendo la deflazione. Questa lotta è stato un errore, ha affermato l’analista.

“È possibile che improvvisamente le pressioni inflazionistiche torneranno, e le banche centrali dovranno così agire, ma non potranno in un contesto del genere”,

ha continuato.

Banche centrali: quei tassi di interesse che danneggiano le pensioni

Altro motivo che ha portato Faber a scagliarsi contro le banche centrali sono i tassi di interesse negativi, che hanno avuto ripercussioni sulle pensioni.

“Anche in questi anni di rendimenti, dal 2009 ad oggi, i fondi pensione sono diventati meno finanziati. Con i tassi di interesse attorno allo zero, la porzione dei fondi in obbligazioni non raggiungerà mai i livelli di rendimento attesi del 7,5%. Non è fisicamente possibile”,

ha aggiunto.

Faber contro banche centrali: investire nell’oro

Faber non è convinto del fatto che le principali banche centrali aumenteranno i tassi di interesse al di sopra del tasso di costo della vita. Le banche centrali continueranno a stampare denaro, così i bilanci della Fed e delle altre banche centrali continueranno a crescere fino a quando l’intero sistema crollerà. A quel punto aver investito in oro risulterà un decisione più furba rispetto all’aver investito in asset cartacei, secondo le funeste previsioni dell’analista. Si noti inoltre, come il prezzo dell’oro sia schizzato subito dopo la decisione Fed di non toccare i tassi di interesse.

Ecco perché l’oro è l’investimento perfetto nella tempesta economica globale.

Di fronte alle decisioni prese negli ultimi giorni dalle banche centrali - si pensi a quelle della Bank of Japan e della Fed - l’analista si è detto preoccupato che le misure di allentamento economico degli istituti, da lui tanto criticate, continueranno a persistere. Un’ulteriore politica monetaria di tassi di interesse negativi da parte delle banche centrali, significherebbe l’espropriazione dei risparmi della gente onesta.

“E in questo scenario preferirei avere oro piuttosto che il denaro”,

ha concluso l’analista.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories