Bollettino economico BCE: pronti ad ampliare PEPP, ma non solo

Il bollettino economico della BCE parla chiaro: ecco cosa accadrà da qui a fine anno

Bollettino economico BCE: pronti ad ampliare PEPP, ma non solo

L’ultimo bollettino economico della BCE è stato reso noto come da programma alle ore 10:00 di oggi, giovedì 14 maggio.

Nel testo, l’istituto di Lagarde ha ribadito quanto già affermato nell’ultima riunione di politica monetaria e ha tentato di tracciare, per quanto possibile, affidabili previsioni sul futuro economico dell’Eurozona.

Quanto emerso nel bollettino economico della BCE però non ha fatto ben sperare.

BCE, bollettino economico 14 maggio: i dettagli

Come anticipato, nel bollettino economico della BCE non sono state comunicate novità di rilievo rispetto a quelle già emerse nell’ultima riunione di politica monetaria. Nel testo, l’istituto centrale ha parlato di un mercato del lavoro le cui condizioni stanno continuando a peggiorare. Ma non solo.

La Banca Centrale Europea ha confermato nuovamente che l’inflazione scenderà ancora nei prossimi mesi (il tracollo dei prezzi petroliferi non ha certo giovato) e che un ampio grado di politica monetaria accomodante risulterà necessario.

L’obiettivo? Sempre lo stesso: la convergenza dei prezzi sotto ma vicino al target del 2% nel medio termine.

Nel bollettino economico la BCE ha nuovamente fornito le proprie stime sul PIL dell’Eurozona. Nell’anno corrente, l’economia del blocco si contrarrà ad un tasso compreso tra il 5% e il 12%.

Il tutto dipenderà dalla durata dei lockdown e dall’efficacia delle misure di sostegno pensate dai vari governi.

“In un contesto economico in rapida evoluzione, il Consiglio direttivo rimane pienamente impegnato a fare il necessario - nell’ambito del proprio mandato - per sostenere tutti i cittadini dell’area dell’euro in questo momento di estrema difficoltà,”

si legge nel testo.

L’istituto continuerà ad assicurarsi che la politica monetaria sarà trasmessa a tutte le parti dell’economia e a tutte le giurisdizioni. Inoltre il Consiglio si riserverà il diritto di incrementare il suo programma PEPP e di aggiustare la sua composizione, se necessario.

Poche novità, dunque, nel bollettino economico di maggio. La BCE tornerà ad occuparsi di politica monetaria a giugno.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories