Azioni Unicredit: scatto in Borsa dopo trimestrale

Violetta Silvestri

30 Luglio 2021 - 10:00

condividi

Azioni Unicredit sotto i riflettori: il titolo apre gli scambi a Milano con un balzo di oltre il 5%. La trimestrale ha visto un utile netto in forte rialzo, mentre tornano indiscrezioni su Mps.

Azioni Unicredit: scatto in Borsa dopo trimestrale

Azioni Unicredit protagoniste degli scambi a Piazza Affari: il titolo corre con guadagni superiori al 5% dopo la pubblicazione della trimestrale.

I dati dell’istituto bancario hanno evidenziato un utile in crescita più del doppio di quanto raggiunto un anno fa e ben oltre le previsioni della stessa banca (risultato superiore del 40% alle attese).

Orcel ha ribadito la robustezza dei fondamenti della società. Intanto, si fanno strada nuovi rumor sul dossier Mps.

In questa cornice, le azioni Unicredit avanzano del 5,05% scambiando a 10,33 euro alle ore 9.32.

Azioni Unicredit in corsa: cosa ha svelato la trimestrale?

Il titolo della banca milanese osservato speciale con i conti economici del secondo trimestre 2021 resi noti.

Nel dettaglio, questi i principali risultati pubblicati dalla banca per il periodo aprile-giugno 2021:

  • ricavi: 4,4 miliardi di euro (-6,1% trim/trim, + 5,5% a/a);
  • margine di interesse: 2,2 miliardi di euro (+1,0% trim/trim);
  • utile netto sottostante: 1,1 miliardi di euro (+24,7% trim/trim);
  • RoTE sottostante: 8,5% (+1,6 p.p trim/trim);
  • CET1 capital ratio fully loaded: 15,50%;
  • costi operativi: 2,5 miliardi di euro (+2,0% rispetto al trimestre precedente), rapporto costi/ricavi del 56,0%

La trimestrale Unicredit, come si legge nella nota ufficiale, ha messo in evidenza anche che:

“commissioni aumentate del 21,4 per cento su base annua grazie all’attività commerciale che resta sostenuta. A fare da traino sono state le commissioni su investimenti, con le commissioni upfront della raccolta gestita (AuM) in aumento del più del 150 per cento a/a grazie alla crescita delle vendite lorde di raccolta gestita (AuM), in rialzo di più del 100 per cento a/a, soprattutto in Italia”

Sul fronte patrimoniale, al 30 giugno 2021 la banca ha rivelato attività finanziarie totali pari a 773 miliardi di euro, in crescita del 10,5% rispetto al valore di giugno 2020.

Alla stessa data, le esposizioni deteriorate lorde hanno raggiunto quota 21,5 miliardi di euro (-3,9% trim/trim e -9,0% a/a) e il rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti lordi ha toccato il 4,7%.

Le azioni Unicredit mantengono il rally: alle ore 9.50 volano del 5,07%.

Il futuro prossimo della banca

Nel commentare i risultati economici del secondo trimestre 2021, l’ad Orcel ha sottolineato che:

“Abbiamo compiuto iniziali ma significativi progressi nella semplificazione del business, con l’obiettivo di operare con maggiore rapidità e trasparenza. Abbiamo ancora molto da fare e ci focalizzeremo sulla continua riduzione della complessità e sull’accelerazione del processo di digitalizzazione assicurandoci che l’interesse del cliente sia sempre al centro di ogni nostra decisione...”

Le stime finanziarie del gruppo sono state così riviste: utile netto sottostante otre i 3 miliardi di euro; ricavi secondo la guidance precedente a circa 17,1 miliardi di euro.

Il costo del rischio contabile è valutato inferiore ai 50 punti base per l’intero esercizio e il costo del rischio sottostante è previsto al di sotto dei 40 punti base con rettifiche su crediti inferiori a 1,8 miliardi di euro nell’intero esercizio.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.