UBI Banca: tra uscite e assunzioni, cosa prevede l’accordo con i sindacati?

Cristiana Gagliarducci

12/12/2016

12/12/2016 - 12:17

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le azioni UBI Banca viaggiano in forte rialzo, mentre l’istituto ha finalmente trovato un accordo con i sindacati. Tra uscite e assunzioni, ecco cosa prevede.

Azioni UBI Banca in volo: c’è l’accordo con sindacati. Cosa prevede? - Le azioni UBI Banca viaggiano in forte rialzo sulla Borsa Italiana, mentre l’istituto ha finalmente portato a casa l’agognato accordo con i sindacati. Cosa prevede?

L’accordo che pare stia incontrando il favore delle azioni UBI Banca giunge dopo svariati mesi di estenuanti trattative. Ad attirare maggiormente l’attenzione non sono soltanto le 600 uscite previste dall’accordo con i sindacati, ma anche le 200 nuove assunzioni concordate.

Tutti i sindacati hanno firmato l’accordo con UBI Banca e si sono detti molto soddisfatti del compromesso raggiunto. Cosa prevede l’accordo che pare stia incontrando il parere favorevole delle azioni UBI Banca?

Innanzitutto, secondo quanto riportato dalle categorie sindacali in campo, l’accordo è stato piuttosto arduo da trovare (i mesi di trattative sono stati 4) ma ora si identifica come un “compromesso storico” volto a garantire maggiore stabilità al settore. Ecco allora cosa prevede l’accordo dell’istituto con i sindacati, mentre le azioni UBI Banca spiccano il volo su Piazza Affari.

Azioni UBI Banca in rialzo: cosa prevede accordo con sindacati?

Innanzitutto l’accordo tra UBI e sindacati prevede ben 600 uscite con prepensionamento che si inseriranno nel più ampio piano di esuberi previsto dalla banca. Nel 2017 si apriranno trattative per altre 700 uscite da UBI. Si ricordi che l’accordo sul piano industriale prevede la nascita della Banca Unica.

Le 600 uscite saranno permesse tramite il fondo di solidarietà del settore, mentre per il biennio 2017-2018 si darà luogo a ben 200 nuove assunzioni. Saranno poi 96 i precari ad essere stabilizzati tramite l’accordo sul quale stanno festeggiando le azioni UBI Banca, mentre per l’intero personale dell’istituto sarà unificato il trattamento economico e normativo.

L’accordo prevede poi una proroga al 2020 di tutte quelle garanzie occupazionali in scadenza nel 2017 per i Lavoratori di UBI Sistemi e Servizi. Come già accennato, questo accordo rappresenta solo una prima parte del piano generale. Nel 2017 si discuterà delle altre 700 uscite che porteranno il numero totale a 1.300.

Azioni UBI in rialzo: cosa prevede l’accordo? Le reazioni

“È un accordo storico perché traghetta UBI nel futuro dando a tutti i 17.000 dipendenti del gruppo un unico contratto aziendale. È stata una trattativa difficilissima durata 4 mesi ma che alla fine consente di dare un elemento di certezza in un settore del credito sempre più in difficoltà. A breve partiranno le assemblee per spiegare il contenuto dell’accordo ai lavoratori del gruppo”,

ha affermato Paolo Citterio, coordinatore Fabi gruppo Ubi. “Tutela i livelli occupazionali”, ha aggiunto Fulvio Furlan, segretario generale Uilca. “Permette il ricambio generazionale”, ha infine affermato Emilio Contrasto, segretario Unisin. Insomma, l’accordo pare incontrare il favore di tutte le parti in causa, compreso quello delle azioni UBI.

Argomenti

# Italia

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.