Stellantis in rosso tra stop di produzione e caccia al litio

Violetta Silvestri

3 Giugno 2022 - 10:55

condividi

Azioni Stellantis in flessione in Borsa: sul titolo pesa la notizia di uno stop allo stabilimento di Melfi per carenza di componenti. Intanto, il gruppo automobilistico si accorda per il litio.

Stellantis in rosso tra stop di produzione e caccia al litio

Azioni Stellantis in calo negli scambi mattutini: il titolo perde oltre l’1% mentre si scrive.

Il quarto gruppo automobilistico a livello mondiale ha annunciato la chiusura temporanea dello stabilimento a Melfi, l’ennesimo stop causato dalle carenze di approvvigionamento.

Inoltre, dinanzi alla sfida dei veicoli elettrici, la società ha lanciato un accordo strategico per il litio.

Le azioni Stellantis alle ore 10.38 circa perdono l’1,37%.

Azioni Stellantis in perdita: le novità dal gruppo auto

Dopo aver sperato in un allentamento della crisi chip, con il mese di maggio terminato senza alcuna interruzione, gli ostacoli alla produzione auto sono tornati a giugno.

Fino al 13 del mese, infatti, Stellantis ha ordinato lo stop delle attività nello stabilimento di Melfi. Il motivo è sempre lo stesso: la mancanza di semiconduttori, che ormai sono carenti da anni e stanno rallentando il settore automotive in tutto il mondo.

La novità, segnale di debolezza, ha probabilmente impattato sugli scambi in Borsa di stamane. Le azioni Stellantis, alle ore 10.44 circa, negoziano in rosso con un -1,46%.

C’è anche un’altra sfida che il colosso auto si appresta ad affrontare: quella dei veicoli elettrici e dell’incremento della loro produzione.

In questa cornice si è inserito l’ultimo accordo siglato da Stellantis con Controlled Thermal Resources Ltd. (CTR), che di fatto fornirà idrossido di litio per batterie da utilizzare per la produzione dei veicoli elettrificati di Stellantis in Nord America.”

L’intesa è strategica e avrà durata decennale con lo scopo di offrire al gruppo FCA-PSA fino a 25.000 tonnellate di idrossido di litio annuali. Da sottolineare, che già alla fine dello scorso anno Stellantis ha portato a termine un accordo della stessa natura, con Vulcan Energy, per ottenere litio nella produzione europea.

Una notizia importante, quindi, salutata dal CEO Tavares con entusiasmo:

“Nella lotta contro il riscaldamento globale, il rafforzamento della filiera per i veicoli elettrici a batteria è assolutamente cruciale per sostenere le nostre ambizioni di elettrificazione. Garantendoci una fornitura di litio rilevante, competitiva e a basse emissioni di carbonio da vari partner in tutto il mondo saremo in grado di realizzare i nostri piani per la produzione di veicoli elettrici in modo responsabile.”

Il piano strategico di Stellantis prevede la vendita di vetture elettriche a batteria per un ammontare di cinque milioni entro il 2030.

Le azioni Stellantis restano in territorio negativo, con un -1,47% alle ore 10.54.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.